24 dicembre 2021
ore 23:52
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 54 secondi
 Per tutti
Nuova perturbazione tra il 27 e il 28
Nuova perturbazione tra il 27 e il 28

SI AVVICINA UN TERZO IMPULSO PERTURBATO. Dopo la serie di perturbazioni che tra Natale e Santo Stefano transiteranno sull'Italia portando maltempo su alcune regioni, un terzo fronte atlantico punterà ancora lo Stivale. Lunedì 27 dicembre i residui del secondo fronte si attarderanno sul basso Tirreno, dando luogo ancora a qualche rovescio, seguiti a breve distanza dal terzo impulso perturbato i cui effetti si cominceranno ad avvertire a partire da Nordovest, Sardegna e alta Toscana e si sovrapporranno rapidamente a quelli ancora presenti sul versante tirrenico.

Meteo 27/28 dicembre
Meteo 27/28 dicembre

PERTURBAZIONE LUNEDÌ 27 DICEMBRE. Determinerà infatti un peggioramento sulle nostre regioni occidentali nel corso della giornata, con piogge e rovesci che con il passare delle ore si estenderanno a tutto il versante tirrenico e alla Sicilia divenendo anche forti la sera su Lazio, Campania e alta Calabria tirrenica. Contemporaneamente raggiungeranno il versante adriatico, dove risulteranno però più modesti. La nuova perturbazione coinvolgerà anche le regioni settentrionali con rovesci sulla Liguria (specie di Levante) e qualche pioggia sulla Val Padana (specie meridionale). Asciutto con schiarite invece su gran parte delle Alpi, salvo che su quelle occidentali dove sono attese alcune nevicate oltre i 1200/1500m, mentre sull'Appennino centro-settentrionale i fiocchi cadranno a quote più elevate, dai 1500/1700m circa. Venti tesi da ovest-sudovest e temperature in lieve calo al Nord.

Meteo lunedì 27 dicembre
Meteo lunedì 27 dicembre

MARTEDÌ 28 RESIDUA INSTABILITA' AL SUD. La perturbazione agirà sulle regioni meridionali e sul medio Adriatico con piogge e qualche rovescio più frequente su Calabria tirrenica e nordest Sicilia, ma con il passare delle ore questi andranno attenuandosi con qualche schiarita in arrivo in Campania. Sarà già migliorato il tempo sul resto del Centro e al Nord dove la giornata risulterà più stabile, ad eccezione delle Alpi occidentali dove permarrà qualche rovescio intermittente, nevoso oltre i 1500m. Da segnalare la formazione di foschie e nebbie nelle ore più fredde in Val Padana. Venti tesi nordoccidentali e temperature in aumento. Attenzione, non si tratta di una previsione definitiva, vista l'evoluzione ancora piuttosto caotica nei dettagli. Nei prossimi giorni potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo di seguire tutti gli aggiornamenti. Per la tendenza fino a Capodanno clicca qui.



Seguici su Google News


Articoli correlati