3 gennaio 2021
ore 23:46
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 11 secondi
 Per tutti
Residua instabilità per l'Epifania
Residua instabilità per l'Epifania

SITUAZIONE. Rimarrà attiva almeno fino all'Epifania la ampia circolazione depressionaria presente sul Mediterraneo centrale, che prende alimentazione da quella ancora più vasta che dagli ultimi giorni dello scorso anno abbraccia quasi tutto il Continente. Le condizioni risentiranno anche in Italia, dove l'instabilità proseguirà anche oltre l'Epifania, in un contesto climatico piuttosto freddo. La circolazione di bassa pressione viene infatti alimentata da correnti che continuano ad affluire dall'Artico, attraversando l'Europa fino a buttarsi sul Mediterraneo. Vediamo nel dettaglio cosa ci aspetterà per i prossimi giorni:

METEO LUNEDÌ 4 GENNAIO. Una perturbazione pilotata dal minimo di pressione tra il Mar Ligure e la Corsica determina maltempo al Nord, sulle regioni tirreniche ed isole maggiori. In particolare piogge e rovesci coinvolgeranno Liguria e Piemonte, intensificandosi in giornata con coinvolgimento anche della Valle d'Aosta, seppur più marginale. Qualche pioggia anche su Lombardia, Emilia e Triveneto, ma limitatamente alle zone di pianura; maggiori aperture sulle Alpi orientali. Cieli chiusi sulle regioni tirreniche con rovesci sparsi dalla Toscana alla Calabria e fenomeni a tratti temporaleschi, destinati a divenire più frequenti la sera in Campania. Instabile in Sardegna, specie occidentale, qualche rovescio in arrivo fin sulla Sicilia occidentale. Tempo più stabile sul versante adriatico e su quello ionico. Limite neve sui 400/600m sulle Alpi centro-occidentali, 600/800m su dorsale appenninica e rilievi sardi.

Prosegue l'instabilità sull'Italia con pioggia e neve
Prosegue l'instabilità sull'Italia con pioggia e neve

METEO MARTEDÌ 5 GENNAIO. Un'altra giornata instabile al Nordovest, sulla Val Padana, regioni tirreniche e Sardegna con piogge e rovesci anche intensi tra Levante Ligure e alta Campania, ma anche sulle pianure lombardo-venete. Qualche pioggia in sconfinamento in giornata al medio versante adriatico e all'alta Puglia, asciutto sul resto dell'Adriatico e sul versante ionico con schiarite a tratti ampie, così come sulle Alpi centro-orientali. Quota neve sui 300/500m al Nordovest ma con possibili fiocchi a tratti fino in pianura su Piemonte, ovest Emilia e Lombardia sudoccidentale, 500/800m lungo l'Appennino e in Sardegna.

Prosegue la fase di maltempo anche martedì
Prosegue la fase di maltempo anche martedì

TENDENZA METEO PER L'EPIFANIA. L'instabilità si concentrerà soprattutto sulle regioni centro-meridionali interessando più da vicino quelle del versante tirrenico, con piogge e rovesci che tenderanno ad attenuarsi a partire dalla Toscana. Alcuni scrosci di pioggia raggiungeranno anche il versante adriatico dalla Romagna fino alla Puglia, attenuandosi in serata. Nuvoloso ma con fenomeni sporadici al Nord, salvo residui nella notte al Nordovest, nevosi a quote molto basse e a tratti anche in pianura, ma destinati ad esaurirsi. Limite neve sull'Appennino tra 500 e 800m. Per la tendenza successiva clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati