17 giugno 2021
ore 8:40
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 13 secondi
 Per tutti

FIAMMATA AFRICANA, CULMINE NEL WEEKEND. Ci terrà compagnia per il resto della settimana l'anticiclone supportato da calde correnti nordafricane, responsabili di tempo in gran parte stabile e temperature sempre più elevate nei prossimi giorni, con clima sempre più afoso. Proprio nel corso del weekend però qualcosa comincerà a cambiare. Dall'Atlantico si farà strada un impulso perturbato che lentamente proverà ad erodere l'alta pressione. Se la giornata di sabato sarà caratterizzata da tempo stabile e solo qualche innocuo annuvolamento potrà localmente sporcare i cieli dell'Italia, domenica il peggioramento comincerà a concretizzarsi in modo via via più evidente, seppur verso fine giornata e a partire dal Nordovest.

DOMENICA, ENTRO SERA LOCALI FORTI TEMPORALI AL NORD. La stabilità si protrarrebbe fino a tutto sabato ed anche domenica su buona parte d'Italia, con caldo in aumento ovunque e clima piuttosto afoso, specie nei grandi centri urbani. Unici disturbi sarebbero caratterizzati dal transito di velature sparse e dalla formazione di annuvolamenti diurni sabato lungo l'arco alpino orientale, dove sarà possibile qualche rovescio o breve focolaio temporalesco. Nel corso di domenica invece si dovrebbe organizzare un progressivo peggioramento a partire dalle Alpi occidentali, dove verso le ultime ore della giornata andrebbero intensificandosi i temporali per l'ingresso dell'impulso atlantico, con ulteriore peggioramento dalle prime ore della nuova settimana. Le temperature dovrebbero aumentare fino alla fine della settimana con punte di 36/38°C su zone interne della Sardegna e dell'alto Adriatico, clima afoso per il richiamo di correnti dai quadranti meridionali che precedono l'ingresso del fronte atlantico.

TENDENZA INIZIO SETTIMANA SUCCESSIVA. Nella giornata di lunedì il fronte giunto domenica sulle Alpi occidentali dovrebbe proseguire la sua marcia verso est, determinando il transito di rovesci e temporali sull'arco alpino anche di forte intensità, con più frequenti sconfinamenti alla Val Padana, specie a nord del Po. Se l'evoluzione sarà confermata ne conseguirà anche un'apprezzabile rinfrescata su buona parte del Nord Italia, mentre sulle altre regioni la stabilità dovrebbe proseguire senza osta. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti. Per la tendenza fin verso la fine del mese clicca qui.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia

Per sapere se sono previste eventuali allerte sulla tua località, e di che tipo, consulta la nostra sezione Allerte

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati