10 luglio 2020
ore 13:20
di Francesco Del Francia
tempo di lettura
1 minuto, 29 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE: Aria umida e instabile di origine atlantica determinerà, nella seconda parte di sabato 11 luglio, un temporaneo indebolimento dell'anticiclone sub-tropicale che favorirà il rapido transito di un fronte freddo dal Nord Italia verso l'alto versante adriatico. Contestualmente, la ventilazione in quota subirà una rotazione da Ovest-Sudovest a Nordest, con tendenza al progressivo e netto rinforzo da Nordest nella serata: raffiche di Bora anche forti sulle coste romagnole nel corso della notte. I forti colpi di vento legati, invece, alle cellule temporalesche saranno possibili proprio in prossimità delle aree da esse maggiormente bersagliate. 

EVOLUZIONE E ZONE A RISCHIO: La giornata di sabato vedrà una mattinata assolata, con caldo ancora piuttosto afoso entro le prime ore pomeridiane. Nel corso del pomeriggio si formeranno i primi temporali iniziando dai settori occidentali come l'Appennino piacentino,ma progressivamente anche sulla provincia di Piacenza e Parma; poco dopo tra Ferrarese e Valli di Comacchio e sull'area di Mirandola a confine con il Mantovano.  Acquazzoni e temporali sparsi tenderanno a interessare i settori appenninici, ma si estenderanno anche sulla Romagna nel corso della sera (con particolare riferimento al ravennate); possibili fenomeni di forte intensità su Est Emilia (specie al confine con il Veneto, quindi tra Ferrarese e Valli di Comacchio, ma temporali violenti dovrebbero formarsi anche tra piacentino e parmense nord-occidentale). Risulteranno probabili delle grandinate (puntualmente forti), in particolare sia sulle aree dell'Emilia orientale a confine con il Veneto sia sul piacentino. Raccomandiamo pertanto di incrementare la prudenza alla guida e all'aperto nonché di restare aggiornati con le nostre previsioni e con gli Enti competenti di Protezione Civile.

Per la situazione dei venti, clicca qui


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati