8 giugno 2019
ore 14:40
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 12 secondi
 Per tutti

Situazione: Il ciclone Ivan (nome dell'Università di Berlino, Miguel secondo il Met Office) si sta dimostrando terribile almeno quanto il personaggio storico da cui prende il nome. Arrivato dall'Atlantico ha attraversato l'Europa colpendo dapprima l'Inghilterra e la Francia dove ha fatto tantissimi danni per i venti e causato almeno 3 vittime,  poi quest'oggi si è portato sul Mare del Nord. Sotto scacco in queste ore ancora l' Inghilterra poi Belgio, Paesi bassi e soprattutto la Germania dove a far i maggiori danni sono i venti. Venti tempestosi del tutto anomali in questo periodo dell'anno con raffiche che hanno raggiunto sulle colline della Sassonia (300-600m di quota) i 202km/h e i 170km/h in pianura tra Brema e Amburgo, un record per il mese di Giugno

Meteo prossime ore: Il centro del vortice continuerà a mantenersi sul Mare del Nord, da quella posizione saranno ancora tenuti sotto scacco gran parte dell'Inghilterra con forti precipitazioni sui settori occidentali, il Belgio, i Paesi Bassi, la Germania settentrionale, la Polonia dove sono attesi forti temporali a partire dal pomeriggio, poi la Scandinavia occidentale soprattutto Svezia meridionale e fiordi norvegesi meridionali. Precipitazioni importanti e forti venti sono attesi anche sulla Danimarca con raffiche oltre i 130km/h sulla costa occidentale.

Qui di seguito qualche altro video che testimonia la violenza della tempesta.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati