18 settembre 2018
ore 6:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 0 secondi
 Per tutti

Stiamo per entrare nell'ultima decade del mese con la fine dell'estate astronomica il 23 Settembre (quella meteorologica termina il 31 Agosto) che coinciderà con la prossima Domenica e le temperature non accennano minimamente a portarsi su valori consoni al periodo anzi, sono persino aumentate e nonostante alcuni temporali, restiamo sopra media specialmente al Centro Nord. Questo perché la circolazione generale continua a mantenersi di stampo estivo con un anticiclone sub tropicale pigro e stanziale su tutta l'Europa centro meridionale che relega le perturbazioni atlantiche ben oltre la Manica. Nell'arco dei prossimi giorni avremo dei cambiamenti nel quadro sinottico ma che riguarderanno solo parte della Penisola e non influiranno in modo sostanziale sulle temperature.

Martedì: Una blanda circolazione di bassa pressione in azione sulla Penisola con variabilità e tempo a tratti instabile (qui la previsione meteo) non sarà sufficiente a portare valori di temperature freschi. Le massime soprattutto seppur in locale lieve diminuzione resteranno sopra le medie stagionali pressoché ovunque, ma in particolare su Puglia interna, Sardegna e localmente in Sicilia. Dettagli grafici:

Mercoledì: Ancora qualche nota instabile al Centro Sud e sulle Isole Maggiori (qui la previsione meteo) ma senza grandi effetti sulle temperature, sia massime che minime che restano sopra media facendo registrare grazie anche al maggiore soleggiamento anche degli aumenti soprattutto al Centro Nord. Gli scarti maggiori su tirreniche ed entroterra tirrenico. Dettagli grafici:

Giovedì: Mentre il minimo di bassa pressione posizionato alle basse latitudini porterà tempo ancora a tratti instabile e leggermente più fresco all'estremo Sud, il resto della Penisola continuerà a beneficiare di sole e anche di caldo con temperature massime ovunque sopra le medie in ulteriore lieve aumento rispetto al Mercoledì. Le punte più alte con valori massimi di 30/32° riguarderanno la Toscana, il Lazio e a tratti la Val padana. Dettagli grafici:

Weekend: l'Italia settentrionale e in particolare le regioni alpine orientali dovrebbero essere lambite da una circolazione di bassa pressione centrata sulla Scandinavia. Possibile quindi un leggero calo termico a partire da Sabato e a iniziare dal nordest. A seguire ma è ancora tutto da confermare un nuovo rinforzo dell'anticiclone riporterebbe di nuovo in alto i valori di temperatura con caldo anomalo.

Per le previsioni meteo clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati