Redazione 3BMeteo
23 febbraio 2019
ore 23:30
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
2 minuti, 27 secondi
 Per tutti

L'irruzione di aria gelida proveniente dalla Russia sta entrando nel vivo, accompagnata, come annunciato, da venti molto forti e intense mareggiate che stanno colpendo duramente in particolare le regioni centro meridionali. 

CRONACA - Diverse situazioni di criticità con danni ingenti sono segnalate in queste ore su molte zone del Meridione.  A Bari una nave mercantile turca spinta dalle raffiche e dalla mareggiata si è arenata sul litorale sud. Sul posto sono al lavoro mezzi della Capitaneria di porto. Un rimorchiatore ha tentato inutilmente di avvicinarsi alla nave per agganciarla e trainarla al largo. Le condizioni del mare non hanno sinora consentito di portare a termine l'operazione. A bordo c'è l'equipaggio. Situazione molto difficile anche sul Golfo di Napoli, dove la quasi totalità dei collegamenti con le isole sono stati sospesi. Un incidente tra due navi è avvenuto nel porto di Ischia per via del forte vento. Numerose le segnalazioni di alberi sradicati e cartelloni pubblicitari divelti anche a Napoli città. Criticità registrate anche su molte zone dell'Abruzzo e dell'Umbria. A Campo Felice parte di un tetto di una casetta di legno si è staccata, travolgendo un gruppo di sciatori immediatamente soccorsi. Nel Lazio la situazione più critica: ci sarebbero tre vittime per alberi caduti e per il crollo di un muro

PROSSIME ORE - Anche nelle prossime ore venti impetuosi di grecale continueranno a sferzare buona parte della nostra Penisola. Raffiche di Bora insisteranno su Trieste. Venti forti anche lungo le regioni del medio e basso versante Adriatico, basso Tirreno e Canale di Sicilia con punte di 110-120km/h su Salento, Ionio e Campania; in quota lungo la dorsale le raffiche potranno sfiorare i 140/150 Km/h.  Mareggiate lungo le coste adriatiche soprattutto sulla Puglia, sulla Calabria ionica e la Sicilia orientale, in particolare il Siracusano e il Catanzarese. Mareggiate possibili anche su Palermitano e Trapanese. 

DOMENICA - I venti più forti interessano le estreme regioni meridionali, con punte ancora intorno ai 100 km/h su basso Tirreno, su basso Adriatico e Ionio; venti ancora fino a 80/90 km/h potranno interessare l'alto Adriatico e i bacini intorno la Sardegna. I mari saranno dunque ancora molto agitati o in burrasca sul basso Tirreno, Canale di Sicilia e Ionio con mareggiate lungo le coste esposte, ancora su Siracusano e Catanzarese.

Nevica fino a quote pianeggianti al sud. Ecco la cronaca diretta.

Le grafiche dettagliate sull'evoluzione delle prossime ore le trovi nella sezione Meteo Italia.

Crollo termico in atto. Ecco le Mappe Termiche.

Segui passo passo le fasi del peggioramento controllando il nostro Radar.

Tutti gli aggiornamenti seugli eventi meteo in atto in Italia li trovi nella sezione Cronaca Italia.

Inverno finito? Scopri la tendenza per il mese di Marzo.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati