5 dicembre 2020
ore 22:00
di Francesco Del Francia
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti


EVOLUZIONE: Un fronte occluso a freddo muoverà dal pomeriggio di sabato, dalle coste orientali di Corsica e Sardegna verso le coste tirreniche, andando poi a rallentare e stazionare, favorendo una confluenza della ventilazione al suolo responsabile della genesi di violente linee temporalesche. Fin da subito soffieranno forti venti sud-orientali con raffiche di burrasca (70-80 kmh), specie sulle aree occidentali e sul viterbese. Ritroveremo comunque fenomeni disorganizzati e in prevalenza deboli entro il tardo pomeriggio, ma il grosso del peggioramento è previsto tra la sera di sabato e le prima parte di domenica.

AREE A RISCHIO: Una forte linea temporalesca è prevista in formazione tra tardo pomeriggio e prima sera di sabato a ridosso delle coste viterbesi, evolvendo poi verso l'entroterra con possibili grandinate. La stessa, rinvigorendosi ulteriormente, tra le ore 22-23 di sabato e le 03 di domenica è prevista transitare anche sull'area romana e sul Lazio centrale, accompagnata da forti raffiche di vento, elevati rain-rate e qualche chicco di grandine. Nel corso delle prime ore di domenica il sistema, ancora molto attivo, evolverà verso l'area pontina e sul frusinate, ove stazionerà sino al primo pomeriggio. 

Attenzione quindi oltre che al forte Scirocco anche alle violente raffiche di downburst discendenti dalle nubi temporalesche (puntualmente tra 90 e 120 km/h), alle temporanee criticità di natura idrogeologica come allagamenti stradali, frane e smottamenti. Occorrerà adoperare massima prudenza all'aperto, servendosi di tutte le norme e regole di Protezione civile


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati