16 dicembre 2019
ore 9:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 29 secondi
 Per tutti

Natale tra anticiclone e perturbazioni atlantiche: Le ultime proiezioni modellistiche continuano a proporre scenari molto dinamici per l'Europa anche verso il Santo Natale. Per il Mediterraneo e l'Italia potrebbe prospettarsi invece un tipo di tempo molto simile a quello che ci attende per la nuova settimana che si dividerà tra alta pressione e nuovi fronti provenienti dalla depressione d'Islanda. Dopo un peggioramento importante atteso tra i giorni 20 e 21 dicembre una parziale pausa anticiclonica potrebbe riguardarci tra i giorni 22, 23 e la Vigilia di Natale, il 24. Difficile dire se la stabilità interesserà tutto il Paese ma verosimilmente ne dovrebbero beneficiare soprattutto le regioni centro meridionali con un Nord ancora lambito da infiltrazioni umide atlantiche. 

A seguire e quindi proprio in corrispondenza del Natale potrebbe farsi avanti una nuova perturbazione dalla traiettoria ancora molto incerta. In linea di massima questo fronte caratterizzerebbe un progressivo peggioramento sulla Penisola a iniziare dalle regioni settentrionali e poi proseguire per il 26 Santo Stefano anche sulle regioni del Centro Sud. Difficile comunque ad oggi dare per sicuro questo peggioramento in quanto l'area anticiclonica di matrice sub tropicale che insisterà alle basse latitudini sarà piuttosto tenace e cercherà di mantenere il punto, quanto meno sul Mediterraneo meridionale. Appare meno audace invece provare a definire il contesto climatico che dovrebbe risultare abbastanza mite per il periodo con temperature sopra media, in particolare al Centro Sud. 


Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati