9 novembre 2022
ore 23:57
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per tutti

La prognosi non può ancora essere sciolta definitivamente ma un passo importante è stato compiuto dal modello americano GFS che ha deciso di abbracciare l'ipotesi del modello europeo ECMWF. Ve lo ricordate, ieri avevamo parlato di una notevole difformità di vedute, motivo per il quale eravamo stati costretti a proporvi un doppio scenario. Ebbene oggi lo scenario è unico perché frutto di un perfetto accordo tra le analisi ed ecco che cosa ci propone. Tutto nasce dalla perturbazione che sta per raggiungere l'Italia centro settentrionale e che porterà una prima buona dose di precipitazioni. L'impulso di correnti fredde nord atlantiche da cui è scaturita sarà costretto da una potente rimonta anticiclonica in arrivo da ovest a fare una manovra evasiva davvero eccezionale, come raramente ci è capitato di vedere. In una prima fase si dirigerà verso l'Europa orientale poi quando i massimi anticiclonici saranno sull'Europa centro settentrionale, stimolato da correnti più fredde continentali tornerà indietro attraversando i Balcani e raggiungendo l'Italia dove andrà a formare un piccolo vortice.

Il minimo dovrebbe posizionarsi sul medio basso Adriatico nelle ore centrali della giornata di sabato e poi risalire velocemente in direzione nord-nordovest fino a portarsi nella prima parte della domenica sulle zone alpine. Piogge, rovesci e temporali seguirebbero il minimo spostandosi dal Sud nella giornata di sabato fino al Centro Nord e ancora una parte del Sud per domenica. L'abbassamento delle temperature sarebbe nell'ordine dei 4-5°C rispetto alle giornate precedenti, le massime si porterebbero sotto media e la neve potrebbe cadere sui rilievi dell'Appennino e sulle Alpi anche sotto ai 1500m. Altro non aggiungeremo perché nonostante l'evoluzione si sia chiarita nelle sue linee generali, i dettagli non sono ancora del tutto chiari. Quello che c'è da sapere è che il weekend assumerà nuovamente caratteri autunnali dapprima al Sud poi anche al Centro Nord con l'arrivo di nuove piogge. Piogge che tuttavia essendo associate ad un vortice non troppo profondo e di piccole dimensioni, saranno disomogenee e poco organizzate. Restate aggiornati


Seguici su Google News


Articoli correlati