6 novembre 2019
ore 7:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 33 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. Anche la prima settimana di novembre trascorrerà all'insegna di una vasta area depressionaria che dall'Atlantico si è spinta verso le latitudini centro-meridionali del Continente, pilotando una serie di perturbazioni che scorreranno sull'Italia provocando frequenti episodi di maltempo con venti anche sostenuti. E tale si manterrà la circolazione si scala europea fino alla fine della settimana, con poche variazioni rispetto all'inizio. Uniche piccole modifiche potrebbero consistere in un certo sbilanciamento verso nord dell'alta pressione atlantica, dal largo della Penisola Iberica verso nord, e conseguente apporto di correnti più fresche nord atlantiche verso l'Europa centro-occidentale responsabili di certo calo delle temperature e del limite delle nevicate sulle Alpi.

TENDENZA METEO WEEKEND. Proprio a ridosso del prossimo weekend una perturbazione dovrebbe transitare su gran parte dello Stivale innescando maltempo al Nord e sulle regioni tirreniche, con piogge, temporali ed anche nevicate sulle Alpi a quote che potrebbero abbassarsi fin verso i 1500m. Un'area depressionaria che si posizionerebbe proprio intorno all'Italia sarebbe causa inoltre di una ventilazione molto sostenuta, con mari spesso agitati. Nella prima parte del weekend sarebbero penalizzate ancora una volta le regioni tirreniche ma anche parte del Sud, mentre una temporanea tregua si affaccerebbe sul resto d'Italia, in attesa di una nuova perturbazione che potrebbe chiudere la settimana con l'ennesimo peggioramento in arrivo da ovest con graduale ripresa del maltempo e delle nevicate sulle Alpi. Tuttavia, vista la distanza temporale l'evoluzione potrebbe subire modifiche e vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati