22 maggio 2019
ore 8:22
di Andrea Colombo
tempo di lettura
1 minuto, 47 secondi
 Per tutti

Dopo tre weekend consecutivi caratterizzati da incisivi peggioramenti del tempo su gran parte dell'Italia, le premesse per l'ultimo weekend di maggio sono più 'clementi'. Non avremo una struttura di alta pressione sulle nostre teste, quindi il tempo non sarà sicuramente ben stabile sulla Penisola, tuttavia le ultime emissioni modellistiche stanno smorzando l'ingresso perturbato che inquadravano fino a pochi giorni fa. 



EVOLUZIONE ATTESA. Con l'anticiclone delle Azzorre ben saldo sul vicino Atlantico, il Centro Europa e l'Italia saranno sempre soggette a un flusso fresco ed instabile con direttrice Nord --> Sud. Nel fine settimana un modesto impulso in quota scivolerà nuovamente nel Mediterraneo centro-occidentale, ma sarà poco supportato al suolo, dove la pressione atmosferica non subirà particolari scossoni. 

Venerdì tempo in gran parte soleggiato da nord a sud, con clima gradevole pressochè ovunque. Nelle ore pomeridiane, tuttavia, non mancheranno acquazzoni e temporali sparsi in classica formazione sulle zone montuose (Alpi e Appennino). Sul finire del giorno, e soprattutto nella notte su sabato, non è escluso che qualche fenomeno possa coinvolgere anche le aree padane più vicine ai monti.

Sabato spiccata variabilità su tutta la Penisola: cieli irregolarmente nuvolosi (Sole alternato a nubi) con sviluppo abbastanza probabile di temporali pomeridiani su Alpi e Appennino, ma con successivo coinvolgimento anche della Valpadana tra tardo pomeriggio e serata. Altrove in prevalenza asciutto, seppur con nubi più incisive in avvicinamento alle Isole Maggiori. Clima sempre gradevole: 23-25°C un po' ovunque, più mitigato lungo le coste soggette a brezze diurne dal mare. 

Domenica scenario orientato ad un peggioramento più organizzato possibile sul Meridione, a causa dell'isolamento di una circolazione ciclonica tra Sicilia e Sardegna. Nubi e piogge in estensione anche alle regioni peninsulari del Sud, mentre al Centronord una giornata sulla falsa riga della precedente: variabilità asciutta in avvio, poi acquazzoni temporaleschi sui monti e in successivo sconfinamento sulle vicine pianure. Caleranno un po' le temperature al Sud, ma al più di qualche grado. Poche variazioni altrove. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati