Redazione 3BMeteo
20 luglio 2016
ore 8:09
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
1 minuto, 30 secondi
 Per tutti

Il riscaldamento globale indica il mutamento del clima terrestre sviluppatosi nel corso del XX secolo e tuttora in atto. Questa alterazione è dovuta alle emissioni nell'atmosfera terrestre di gas serra e ad altri fattori legati alle attività umane, che sono in continuo aumento. Nel corso dei secoli sulla Terra si sono registrati diversi mutamenti climatici, che hanno portato il pianeta a vivere alcune ere glaciali, che si sono poi alternate a periodi più caldi. Queste variazioni del clima sono legate a mutamenti periodici dati dalla disposizione orbitale del nostro pianeta, nonché all'attività solare. 

Per riscaldamento globale s'intende un fenomeno di incremento delle temperature medie della superficie della Terra non riconducibile a cause naturali e riscontrato a partire dall'inizio del XX secolo. Secondo alcuni studi la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0.74 ± 0.18°C durante il XX secolo. Questo incremento medio globale sarebbe assegnabile all'incremento della concentrazione atmosferica dei gas serra, in particolare dell'anidride carbonica, dunque una conseguenza dell'attività umana, in particolare della generazione di energia per mezzo di combustibili fossili e della deforestazione, che genera a sua volta un incremento dell'effetto serra. 

L'aumento delle temperature sta causando importanti perdite di ghiaccio con il conseguente aumento del livello dei mari; sono visibili anche conseguenze sull'intensità delle precipitazioni. La maggioranza dei modelli previsionali prevede che il riscaldamento sarà maggiore nella zona artica e comporterà una riduzione dei ghiacciai, con possibili modifiche alla rete biologica e all'agricoltura. Il riscaldamento climatico avrà effetti diversi da regione a regione e le sue influenze a livello locale sono molto difficili da prevedere. 

Per la stesura di questo articolo, si ringrazia Andrea Colosio, dell'Istituto Tecnico-Aeronautico "A.Locatelli" di Bergamo.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati