30 agosto 2019
ore 13:23
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 1 secondo
 Per tutti

Una scoperta sorprendente è stata fatta da alcuni ricercatori nelle gelide acque della Russia settentrionale, nel Mar Glaciale Artico, a causa della fusione dei ghiacci che nell'estate 2019 è stata particolarmente intensa per le alte temperature registrate. Siamo nella baia di Wiese, ad ovest dell'isola di Severnij, nella zona del ghiacciaio di Vylki. Qui sono state scoperte cinque nuove isole, le cui dimensioni variano da 900 a 54500 metri quadrati e della loro possibile esistenza si era già al corrente dal 2016, grazie agli studi di uno studente universitario attraverso l'uso di immagini satellitari.

In precedenza le cinque isole erano ricoperte dai ghiacci del ghiacciaio di Nansen, noto anche come ghiacciaio di Vylki. In questa anomala estate che sta finalmente per concludersi si registrati picchi di 34,8°C il 26 luglio in un villaggio svedese oltre il Circolo Polare Artico, mentre nella Russia nordoccidentale si sono toccati i 29°C.

'L'Artico si sta attualmente riscaldando da due a tre volte più velocemente del resto del globo, di conseguenza i ghiacciai e le calotte di ghiaccio reagiscono più velocemente', spiega Simon Pendleton dell'Università del Colorado presso l'Istituto di ricerca artica e alpina di Boulder.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati