14 novembre 2020
ore 23:55
di Luca Pace
tempo di lettura
2 minuti, 5 secondi
 Per tutti

TENDENZA MEDIO TERMINE 16-22 NOVEMBRE - Rispetto allo scenario prospettato negli aggiornamenti precedenti, crescono le possibilità di avere nella prossima settimana un ritorno a condizioni finalmente più dinamiche sull'Europa e anche sull'Italia. L'anticiclone, infatti, rimarrà ancora ben saldo tra Penisola iberica e Francia, ma consentirà comunque la discesa di impulsi di matrice polare che dal Nord Atlantico dovrebbero spingersi sulla Penisola balcanica, interessando in parte anche la nostra Penisola. 
A seconda dell'esatta traiettoria che queste masse d'aria fredda seguiranno nella loro discesa, l'Italia vivrà conseguenze più o meno importanti; quel che appare ad oggi molto probabile è che avremo un generale calo delle temperature, che si porteranno su valori consoni al periodo, mentre sotto il profilo delle precipitazioni sembrerebbero favorite le regioni adriatiche e quelle del Sud, con il ritorno della neve in Appennino.

Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 23-29 novembre
Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 23-29 novembre

TENDENZA LUNGO TERMINE 23 -29 NOVEMBRE -  L'ultima decade del mese di novembre dovrebbe ancora vedere, come mostrato dalla mappa allegata, un'anomalia positiva di geopotenziale interessare gli stati dell'Europa centro occidentale; anomalie che parrebbe coinvolgere anche gran parte del nostro Paese. 
Tuttavia questa configurazione è comunque coerente con la possibile discesa di masse d'aria fredda, di estrazione artica, che dalle alte latitudini potrebbero scendere sul bordo orientale dell'anticiclone, andando così a interessare anche l'Italia. Anche in questo le regioni adriatiche e quelle meridionali potrebbero essere le più coinvolte da questo genere di dinamica, con giornate invece più secche e asciutte al Nord Ovest.

Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 30 novembre - 6 dicembre
Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 30 novembre - 6 dicembre

TENDENZA LUNGO TERMINE 30 NOVEMBRE - 6 DICEMBRE - L'avvio del mese di dicembre vedrebbe, sempre secondo le ultime elaborazioni del modello ECMWF, una blanda anomalia positiva sull'Europa orientale e anche sul nostro Paese. Si andrebbe invece finalmente colmando l'anomalia sull'Europa occidentale, e questo potrebbe comunque indicare il possibile ingresso di qualche perturbazione atlantica in grado di portare quindi precipitazioni anche sull'Italia, in un contesto non particolarmente freddo.

Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 7-13 dicembre
Le anomalie di geopotenziale secondo il modello ECMWF in Europa, mediate nel periodo 7-13 dicembre


TENDENZA LUNGO TERMINE IMMACOLATA-13 DICEMBRE - Si tratta ovviamente di una tendenza ancora estremamente incerta e labile, sulla quale giocheranno un ruolo importante anche le dinamiche in atto nella stratosfera (possibile stratcooling con ricompattamento del vortice polare), tuttavia secondo il modello ECMWF avremmo ancora un'anomalia positiva sulla Penisola balcanica e sul Mediterraneo centro-orientale, e ciò farebbe pensare all'assenza di importanti irruzioni fredde di stampo invernale sull'Italia, che invece potrebbe essere interessata dalla risalita di umide correnti sud-occidentali.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati