27 giugno 2020
ore 12:31
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 10 secondi
 Per tutti
Terremoto, la differenza tra epicentro e ipocentro
Terremoto, la differenza tra epicentro e ipocentro

Quando avviene un terremoto nelle informazioni che vengono date riguardo le caratteristiche del sisma, si sentono due termini quasi sempre associati, epicentro ed ipocentro. In realtà la differenza è molto semplice, l'ipocentro è la porzione di faglia che viene interessata dallo slittamento che produce il terremoto e l'epicentro e il punto corrispondente sulla superficie tracciando una ipotetica linea verticale dall'ipocentro. L'area attorno all'epicentro è generalmente la zona in cui il sisma si avverte con maggiore energia e fa più danni ma non è sempre detto, vedasi il terribile terremoto che colpi Città del Messico nel 1985. La magnitudo fu di 8.1 e l'epicentro fu identificato  nei pressi della costa ma i danni peggiori si ebbero a ben 380km dall'epicentro, a Città del Messico a causa della geologia del sottosuolo della città che favorì fenomeni di amplificazione sismica. Tutta la città fu devastata e si ebbero oltre 10mila vittime.

Si definisce poi profondità focale la distanza che c'è tra epicentro ed ipocentro. Una distanza che come sappiamo può variare da pochi chilometri fino a centinaia di chilometri e da essa dipende l'energia con cui il terremoto si avverte in superficie.Il terremoto più profondo che sia mai stato registrato è avvenuto nel Mare di Okhotsk il 24 maggio 2013, ebbe una magnitudo di 8.3 sulla scala Richter e una profondità di ben 609km.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati