30 ottobre 2020
ore 8:27
di Carlo Migliore
tempo di lettura
4 minuti, 18 secondi
 Per tutti

Quattro anni fa un violento terremoto scuoteva il Centro Italia, ecco la cronaca di quanto accadde:

30 OTTOBRE 2016, FORTE TERREMOTO AL CENTRO, AGGIORNAMENTO LUNEDI' 31 - Nuove scosse dalla mezzanotte hanno colpito la zona dei Sibillini, tra Marche e Umbria, moltissime di magnitudo superiore a 3 e due oltre il 4° Richter (4.2 alle ore 4.27 e alle 8.05) con epicentro sempre nell'area di Norcia. Gli esperti dell'INGV si aspettano un abbassamento del suolo superiore ai 25 centimetri nell'area dell'epicentro, analizzando le immagini satellitari. Intanto gli sfollati sono saliti a oltre 25mila nelle Marche e circa 10-15mila in Umbria (3mila solo a Norcia), 2mila nel Lazio e mille in Abruzzo secondo la Protezione civile; ma secondo fonti della Presidenza del Consiglio si potrebbe arrivare a 100mila sfollati. Non ci sono state vittime, soltanto 20 feriti lievi; un uomo tuttavia è morto nella notte mentre dormiva all'interno della propria auto, presumibilmente per un arresto cardiaco.

Una faglia lunga più di 25km appartenente allo stesso sistema di faglie che ha generato anche il terremoto di Agosto e quello del 1997 ha prodotto il violento terremoto che domenica mattina alle 07.41 ha colpito la regione del Centro Italia compresa tra Lazio, Marche e Umbria. L'epicentro a metà strada tra Preci e Norcia a solo 5km da entrambe le città, presso la frazione di Piè del Colle non molto distante dall'epicentro della scossa del 26 Ottobre, solo 7 km più a sud. Molto vicina anche Castelluccio di Norcia, solo 7km da questo nuovo epicentro. La magnitudo, altissima. Si tratta del più forte terremoto avvenuto in Italia negli ultimi 35 anni, subito dopo quello dell'Irpinia del 1980.

I numeri del Sisma: La magnitudo valutata dall'ingv è stata di 6.5 sulla scala Richter. Un terremoto in termini energetici 8 volte più forte di quello del 26 Ottobre scorso (magnitudo 5.9) e 4 volte più intenso in termini di scuotimento del suolo. Più forte anche di quello dell'Aquila (magnitudo 6.3) circa il doppio in termini energetici. L'ipocentro a 9-10km di profondità quindi una scossa molto superficiale. La durata della scossa principale superiore ai 30 secondi. Numerosissime le repliche, circa una ventina con una magnitudo superiore al 4.0, decine quelle con magnitudo >3.0 ma è chiaro che il numero delle repliche aumenterà. 

Da segnalare anche un evento distante ma apprezzabile di magnitudo 3.7 in provincia di Forlì alle 11.49 di stamattina avvertito a Martorano e Cesena.

I Danni: Ulteriori danni nelle zone già colpite dal sisma di Agosto. Ad Amatrice crolla la torre civica che aveva resistito al terremoto del 24 Agosto, crolla anche il Campanile. Enormi danni a PreciNorciaUssita, Castelluccio di Norcia, Tolentino e Visso. A Castelluccio di Norcia il 60% degli edifici è crollato. Danni importanti anche a Cascia dove è stato sgomberato l'ospedale. Numerosi i feriti soprattutto per la caduta di cornicioni. A Camerino danni gravi anche alla struttura universitaria. A Norcia crollano la Cattedrale e anche la Basilica.

Cosa aspettarsi ora? Purtroppo l'esperienza recente ha dimostrato che una sorta di effetto domino è possibile e non è la prima volta che accade (qui un approfondimento). L'energia liberata dallo slittamento di una faglia può disturbare stati tensionali critici presenti in faglie vicine che diventano potenzialmente pericolose e in grado di generare altri forti terremoti. Poiché non è possibile conoscere a priori questi stati tensionali, nulla si può dire su cosa accadrà in futuro. Di certo appare non scartabile l'ipotesi di nuovi forti terremoti.

AGGIORNAMENTO ORE 9:38  - Altra forte scossa pochi secondi fa, a Norcia con profondità 10km e magnitudo 4.4. Nel frattempo si segnalano massi sulla Salaria che bloccano la circolazione, crollata anche la Torre simbolo di Amatrice.

MAGNITUDO 6.5-(INGV Italiano) CROLLI, NOTIZIE FRAMMENTARIE - La terra trema in modo violento, senza precedenti recenti nell'Italia centrale alle ore 07.41. Le notizie sono ancora frammentarie ma l'ingv italiano ha fornito una magnitudo di 6.5 contro il 6.6 dell'ingv americano e il 6.6 di quello giapponese. L'epicentro in prossimità di Norcia (PG) a soli 5km dalla città e add una profondità di 10km. Si rincorrono le prime notizie ma non si sa ancora bene l'entità del danno, le testimonianze parlano di dozzine di crolli, crollata la Cattedrale di Norcia

A Ussita il sindaco parla di un paese parzialmente crollato con persone probabilmente sotto le macerie a causa della riluttanza a voler lasciare le abitazioni inagibili della zona rossa. A Tolentino 3 persone sono state estratte vive dalle macerie. Il terremoto è stato avvertito da Nord a Sud dalla Puglia al Trentino è stato seguito da forti repliche, ben 6 di magnitudo superiore alla 4!. Sisma avvertito forte anche a Roma dove in via precauzionale è stata temporaneamente chiusa una linea della metropolitana. Lo scuotimento è stato almeno 4 volte più intenso della scossa del 26 di Ottobre, quindi una  scossa enormemente più forte. Sarà necessario attendere ancora per conoscere l'entità di questo nuovo violentissimo terremoto. Resteremo aggiornati. Per monitorare le scosse consultate anche la nostra sezione terremoti



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati