1 novembre 2020
ore 8:07
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 1 secondo
 Per tutti

1-2 Novembre 2010, alluvione nel Veneto, colpita soprattutto Vicenza -

Una intensa perturbazione atlantica molto lenta nella propria evoluzione determinò piogge abbondantissime su tutto il Veneto, ma in particolare su Alpi meridionali e Prealpi, con punte di oltre 500mm in meno di 24 ore nel vicentino. Già di per sè le piogge furono eccezionali, ma ad aggravare pesantemente la situazione ci pensarono lo Scirocco e la fusione della neve al suolo preesistente sulle montagne fino a quote elevate; l'intenso flusso sciroccale impedì inoltre al mare di ricevere efficacemente il flusso delle acque dalla pianura. 

Il risultatò fu disastroso, con esondazione di diversi corsi d'acqua ma primo su tutti il Bacchiglione,

che

alluvionò Vicenza e diverse aree della provincia

, ma anche alcuni comuni del veronese e soprattutto diverse aree del padovano, in particolare i comuni ad Ovest e a Sudest. Tra basso padovano e Polesine si venne addirittura a creare un lago; sott'acqua anche il tratto autostradale della A4 tra Vicenza e Verona.

Il bilancio fu di 3 vittime,

200.000 animali deceduti, 500.000 abitanti interessati, oltre a 140km quadrati di territorio direttamente allagato e oltre 1 miliardo di Euro di danni.  




Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati