30 marzo 2020
ore 14:26
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 18 secondi
 Per tutti

Anche se molti coreani preferiscono pensare che si tratti di un miracolo, di miracoloso non c'è davvero nulla in quello che accade ogni anno più o meno tra marzo e giugno in questo tratto di mare che separa due piccole isole nella Korea del Sud, l'isola di Jindo e la vicina isola di Modo. Il mare di Jindo è già normalmente poco profondo, le sue acque non scendono mai al di sotto dei 4-5m. Quando si verificano delle basse maree, caratterizzate da un particolare allineamento dei tre corpi celesti Terra, Sole e Luna, il mare si ritira più che nel resto dell'anno e lascia emergere una lunga barra di sabbia sulla quale si può camminare. A decine di migliaia allora accorrono da tutto il paese per prendere parte a quella che diventa una gigantesca festa e passeggiando sul mare raggiungono dopo circa 3 chilometri l'isola vicina.

La leggenda narra che un tempo l'isola di Jindo fu invasa dalle tigri e tutti gli abitanti furono costretti a rifugiarsi nella vicina Modo. Una donna anziana di nome Bbyong che però era rimasta li per sbaglio si mise a pregare giorno e notte il dio dell'oceano, Yongwang, affinché l'aiutasse a scappare. E a quanto pare il dio la aiutò dandole la possibilità di attraversare il mare. Qualcosa di simile all'episodio di attraversamento del Mar Rosso da parte di Mosè e l popolo ebraico narrato nel libro dell'Esodo nella Sacra Bibbia.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati