27 novembre 2021
ore 23:53
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 23 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

SITUAZIONE. Correnti artiche alimenteranno una circolazione depressionaria scavata fin sul Mediterraneo centrale, coinvolgendo anche l'Italia nel weekend e soprattutto all'inizio della prossima settimana. Le temperature caleranno vistosamente e con esse anche la quota delle nevicate, destinate a portarsi a quote basse, fino a collinari lunedì al Centro-Sud, dove tra l'altro sono attesi i maggiori accumuli di precipitazioni. Ecco nel dettaglio cosa accadrà tra domenica e lunedì:

NEVE DOMENICA. Neve sulle Alpi orientali dai 200/400m, inizialmente dagli 800m sul Cadore, e sui confini alpini occidentali fino a quote di fondovalle, anche se si tratterà di fenomeni piuttosto deboli. Possibile tra il mattino e il pomeriggio qualche fiocco misto a pioggia fin sulla pedemontana lombarda, tra Brianza orientale e Bergamasca a partire dai 300m di quota. Neve sull'Appennino già dai 600/900m sul settore centro-settentrionale ma in ulteriore calo in serata, accumuli anche di 20/30cm sul Terminillo. Quota neve in abbassamento fino a 900/1200m sull'Appennino meridionale.

NEVE LUNEDÌ. Al Nord deboli nevicate intermittenti sui confini alpini centro-occidentali fino a quote di fondovalle, neve sull'Appennino Romagnolo dai 600m, ma in esaurimento in serata. Sull'Appennino centro-settentrionale neve in calo fino a 400/600m, 700/1000m su quello meridionale e in Sicilia ma in calo entro sera fino a 600/700m. Possibili temporali nevosi al mattino in Umbria, con fiocchi non esclusi anche a Perugia. Accumuli di circa 20cm entro fine giornata sull'Aspromonte. In Sardegna neve dai 400/600m e accumuli abbondanti sul Bruncu Spina. Temperature ancora in diminuzione e venti forti da ovest-nordovest, tendenti a disporsi da nordest sull'alto Adriatico.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati