22 giugno 2017
ore 7:57
di Carlo Migliore
 Per tutti

Avete mai pensato alle possibili conseguenze per la vita sul pianeta se la Terra smettesse improvvisamente di ruotare attorno al suo asse arrestandosi del tutto? Fortunatamente questa non è nemmeno un'ipotesi, la Terra sta rallentando si, ma non è plausibile che in un futuro seppur molto remoto si arresti improvvisamente. Ma supponiamo per assurdo che un evento di qualche tipo possa causare questo arresto, cosa accadrebbe? Una catastrofe senza precedenti che cancellerebbe molto probabilmente ogni traccia di vita animale e vegetale, vediamo perché.

Cosa accadrebbe se la Terra smettesse improvvisamente di ruotare su se stessa?
Cosa accadrebbe se la Terra smettesse improvvisamente di ruotare su se stessa?

Forse non lo immaginate ma la Terra gira attorno al suo asse ad una velocità vertiginosa che varia da un massimo di 465m/s all'equatore fino a un minimo di 0m/s ai poli. Una persona, un palazzo, una montagna o un qualunque oggetto che si trovi all'equatore si muove alla velocità di circa 1670km/h ben più di quella del suono (1237km/h). Ovviamente non ce ne accorgiamo perché tutto attorno a noi ruota a quella velocità. Ora immaginate se all'improvviso quella velocità si portasse a zero. L'inerzia delle cose in movimento continuerebbe a muoverle alla velocità che avevano prima dell'arresto quindi tutto ciò che è solidale al pianeta schizzerebbe in avanti ad una velocità paurosa. Una persona all'equatore volerebbe letteralmente verso est a più di 1600km/h.

La velocità di rotazione varia a seconda della latitudine da un massimo all'equatore fino a un minimo ai poli
La velocità di rotazione varia a seconda della latitudine da un massimo all'equatore fino a un minimo ai poli

E non solo le persone naturalmente ma tutte le cose da quelle piccole a quelle grandi come la montagne. Cosa potrebbe scampare ad una simile frenata, davvero nulla ma ammettendo che vi troviate nei pressi dei poli dove la velocità di rotazione è pari a zero, potreste temporaneamente sopravvivere in attesa degli eventi successivi. La frenata infatti si ripercuoterebbe anche sull'atmosfera e sui mari provocando nei cieli delle tempeste supersoniche di vento che spazzerebbero la superficie del pianeta e nei mari delle gigantesche onde di tsunami che cancellerebbero ogni cosa al loro passaggio raggiungendo anche le latitudini polari.

Dopo la scomparsa della vita la terra cambierebbe persino forma. Le terre emerse non sarebbero più le stesse. Il livello dei mari è infatti influenzato dalla forza centrifuga di rotazione della terra, i mari sono molto più alti all'equatore che ai poli. Se la terra smettesse di ruotare tutta la massa d'acqua presente all'equatore migrerebbe verso i poli lasciando scoperto alle latitudini equatoriali un gigantesco super continente emerso a forma di cintura. Viceversa alle medie e alte latitudini tutto sarebbe sommerso. Dell'Italia si salverebbero solo le Isole Maggiori mentre a Nord resterebbe emerso solo qualche picco alpino.

La nuova terra emersa potrebbe essere questa
La nuova terra emersa potrebbe essere questa

La durata del giorno poi non sarebbe più di 24 ore ma di 365 giorni, con mezza terra sempre all'ombra e l'altra metà sempre alla luce con conseguenze catastrofiche anche sul clima. Mezzo pianeta infatti gelerebbe mentre l'altra metà sarebbe letteralmente arso dal calore del sole. A causa della mancata rotazione si annullerebbe poi anche il campo magnetico che lascerebbe esposto il pianeta alle dannose radiazioni spaziali.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti