14 maggio 2021
ore 23:51
di Carlo Migliore
tempo di lettura
4 minuti, 34 secondi
 Per tutti
Forti temporali a grandine al Nord e in Sardegna
Forti temporali a grandine al Nord e in Sardegna

FORTI TEMPORALI, GRANDINE PROTAGONISTA: le ultime ore sono state davvero movimentate per le regioni settentrionali e la Sardegna a causa di numerosi, forti temporali che hanno colpito diversi settori con intense grandinate. Per quanto riguarda il Nord, le aree più colpite sono state il Nordovest, segnatamente la Liguria, il Piemonte, l'alta Lombardia e il Nordest soprattutto alto Veneto e Friuli. Accumuli fino a 70mm sono stati registrati nell'alto Genovese, 35-40mm nell'Astigiano, 25mm a Torino con grandine, 30mm nel Bergamasco con numerosi episodi di grandine. Forti rovesci di pioggia e di grandine anche nel Padovano e nel Trevigiano dove gli accumuli hanno raggiunto i 63mm. In Sardegna particolarmente colpito l'Iglesiente e il Cagliaritano, anche qui con accumuli importanti fino a 40mm e numerosi episodi di grandine, anche a Cagliari. Al Centro più colpita la Toscana soprattutto tra le Province di Pisa e Lucca con accumuli fino a 45mm. Ma come dicevamo la protagonista assoluta è stata la grandine

A Torino

Castagnole completamente imbiancata:

E sempre in Piemonte, anche la neve:

Sfiorato il tornado in provincia di Alessandria, una nube a imbuto, tecnicamente chiamata Funnel che se avesse toccato il suolo avrebbe dato origine a un tornado

Nel Padovano

A Treviso, purtroppo il Trevigiano è stato duramente colpito dalla grandine

LOMBARDIA, FRANA IN VAL BREMBANA. Le abbondanti piogge degli ultimi giorni e quelle in corso oggi sono la causa di una frana in Val Brembana avvenuta questa mattina che ha sfiorato l'abitato di Carona. Nessuna persona è stata ferita e nessun veicolo è stato coinvolto, ma lo smottamento ha creato disagi alla circolazione stradale sulla Provinciale numero 5 che da Branzi porta a Carona e ha sfiorato le abitazioni del paese.

INTENSA LINEA TEMPORALESCA SUL PIEMONTE ORIENTALE. I forti temporali che si sono sviluppati nel primo pomeriggio sul Torinese si sono spostati verso est ed ampliati, generando una linea temporalesca che nel pomeriggio inoltrato sta agendo sul Piemonte orientale. Rovesci e temporali anche violenti interessano Torinese orientale, Novarese e Vercellese, fino a sconfinare alla Lombardia nordoccidentale tra Varese e Como. Contemporaneamente altri temporali agiscono tra basso Piemonte, interne Liguri ed ovest Emilia.

SITUAZIONE. Una perturbazione ha raggiunto parte dell'Italia centro-settentrionale nel corso di venerdì innescando un peggioramento che in mattinata aveva già coinvolto la Sardegna, ma con le ore pomeridiane si è esteso a buona parte delle regioni centrali e settentrionali. Ne sono conseguiti rovesci e temporali che localmente hanno assunto carattere di forte intensità, più frequenti in prossimità dei rilievi alpini, in Liguria, sull'Appennino Settentrionale, ma con frequenti sconfinamenti alle zone di pianura.

PIOGGE E TEMPORALI IN SARDEGNA. Sin dal mattino la parte più avanzata del fronte ha raggiunto la Sardegna da ovest, attraversandola con una serie di piogge e rovesci che hanno assunto anche carattere di temporale, come sta avvenendo nelle ore pomeridiane tra Iglesiente e Cagliaritano.

PIEMONTE E LIGURIA BERSAGLIATI DAI TEMPORALI. I primi rovesci si sono generati nel corso del mattino lungo le Alpi piemontesi occidentali, ma dal pomeriggio hanno subito una notevole intensificazione portandosi verso le adiacenti pianure. I rovesci più intensi si sono sviluppati dapprima sul basso Piemonte ed in Liguria, tanto che sull'alta Langa al confine con il Savonese in un paio d'ore sono caduti più di 30mm di acqua. Dalle ore 14 un temporale piuttosto violento si è generato su Torino, assumendo a tratti carattere di nubifragio. Grandinate segnalate non lontano dal Centro Città. In Liguria i rovesci si sono estesi fino alla costa savonese, genovese e a quella dello Spezzino, ma è sull'entroterra di Genova che si sono registrati i temporali più forti con accumuli fino a 50mm.

Nei seguenti video il temporale delle 14 a Torino:

FORTI TEMPORALI TRA EMILIA E LOMBARDIA. Contemporaneamente l'avanzamento del fronte ha provocato la formazione di temporali sull'Appennino Emiliano risultati spesso di forte intensità con accumuli di oltre 30mm sull'Appennino Parmense. Rapidamente i temporali si sono estesi alla pianura emiliana risalendola da sud a nord fino a sconfinare alla Lombardia, a tratti accompagnati da grandine e con accumuli di circa 30mm sul Bolognese. Temporale anche a Milano e sulle Prealpi lombardo-venete.

ROVESCI RAGGIUNGONO IL MEDIO TIRRENO. Dopo la Sardegna la parte più avanzata del fronte ha raggiunto le coste del medio Tirreno provocando le prime sulle coste del Lazio, successivamente inoltratesi nel pomeriggio alle zone interne fino al confine abruzzese.

METEO PROSSIME ORE. Al Nord si andrà verso un'attenuazione dei fenomeni sulle Alpi più occidentali dove interverranno schiarite entro sera, ma sul resto del Nord il tempo rimarrà molto instabile con piogge e rovesci anche temporaleschi che si estenderanno a tutta la Val Padana e alle coste adriatiche e possibili nubifragi sulla pianura lombardo-veneta. Netto peggioramento al Centro Italia con piogge e temporali che dal versante tirrenico raggiungeranno entro sera quello adriatico risultando anche intensi accompagnati da locali grandinate e nubifragi tra bassa Toscana e Lazio, mentre tenderanno ad attenuarsi i fenomeni in serata in Sardegna. Più soleggiato al Sud ma entro sera peggiora su Campania, Calabria tirrenica, Basilicata e nord Sicilia con l'arrivo delle piogge. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Meteo venerdì. Nuova perturbazione in arrivo
Meteo venerdì. Nuova perturbazione in arrivo

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati