2 agosto 2019
ore 21:38
di Carlo Migliore
tempo di lettura
4 minuti, 1 secondo
 Per tutti

Aggiornamento ore 20.30: L'intenso fronte temporalesco che ha colpito gran parte delle regioni settentrionali con la sola eccezione del basso Piemonte e di quasi tutta la Liguria, sta scivolando gradualmente verso sudest. Attualmente sono ancora presenti rovesci e temporali a tratti intensi su Veneto Friuli e Marche, in particolare sul Triestino, altrove il tempo è nettamente migliorato rispetto al pomeriggio. Gli accumuli di pioggia più alti della giornata si sono avuti sul Trevigiano con punte di 115mm. Piogge abbondanti anche sul Bergamasco con punte di 90mm, sul Bresciano 80mm e sulla provincia di Trento, 85mm. Fino a 80mm sulla zona est di Trieste. Precipitazioni che si sono concentrate in brevi lassi di tempo raggiungendo anche i 50mm in un'ora, da qui i numerosi allagamenti che si sono avuti nelle zone basse delle città di pianura come Milano. Molti i danni anche per la Grandine che ha accompagnato i temporali assieme alle forti raffiche di vento, responsabili di alberi e pali della luce abbattuti. Molti anche i black out.

Aggiornamento ore 18.30: Dopo aver colpito le provincia di Milano, Bergamo e  Brescia il fronte temporalesco si è diretto in direzione est-sudest verso Veneto, Trentino e bassa pianura padana incurvandosi attorno ad un minimo orografico sulle prealpi lombarde. Rovesci e temporali anche intensi hanno preso a interessare le provincia di Mantova, Piacenza, Parma, Verona e Treviso e in queste ore hanno raggiunto il basso Veneto e anche la Romagna dove si registrano forti precipitazioni. La caratteristica di questi temporali sono stati i rain/rate la quantità di pioggia caduta nell'arco di un lasso di tempo relativamente breve con punte anche di 50mm in un'ora, sono 50 litri di acqua per ogni metro quadrato di superficie. I fenomeni sono stati accompagnati da frequenti grandinate e raffiche di vento che in qualche caso hanno causato la caduta alberi e di pali della luce con conseguenti black out. Gli accumuli ancora provvisori delle ultime 12 ore raggiungono i 110mm nel Vicentino, 90mm nel Bergamasco, 85mm nel Bellunese e nel Trentino. L'arrivo del temporale a Verona è stato preceduto da una spettacolare Shelf Cloud:

L'abbassamento improvviso delle temperature  e conseguentemente degli zeri termici ha favorito anche delle nevicate in alta quota sulle Alpi. Questa la Marmolada, neve d'agosto!

Nel contempo ampie schiarite si sono aperte dapprima sul Piemonte e la Liguria poi anche sulla Lombardia mentre una seconda linea di temporali, ha interessato parte delle regioni centrali portando rovesci a tratti anche accompagnati da grandine come nel caso del pescarese ma con accumuli di pioggia nel complesso esigui, generalmente inferiori ai 5mm. Sul resto della Penisola, eccetto il transito di qualche addensamento irregolare sterile tra Molise, Campania e Puglia, il tempo è rimasto stabile e soleggiato con temperature molto elevate.

Cronaca ore 15.00: Dopo i temporali anche intensi che in mattinata avevano colpito soprattutto il Triveneto (qui maggiori dettagli), un secondo fronte ha scavalcato nelle prime ore del pomeriggio le Alpi centro occidentali portando nuovi forti temporali tra il Piemonte e la Lombardia. I fenomeni sono risultati intensi dapprima sul Verbano, poi sulla provincia di Varese e in queste ultime ore nella zona compresa tra la provincia di Milano e quella di Bergamo. Caduti anche fino a 40mm di pioggia in una sola ora con accumuli da stamattina fino a 75mm. Segnalate diverse grandinate soprattutto nel Bergamasco con grandine anche di grosse dimensioni. Sempre nella provincia di Bergamo scoperchiata una palestra a Treviglio per le forti raffiche di vento, al quartiere Celadina di Bergamo il forte vento ha invece scoperchiato il tetto di un'abitazione.

A milano nella zona nord il temporale è stato accompagnato da intense raffiche di vento che hanno provocato la caduta alcuni alberi. Nella zona centrale invece allagate cantine e garage sotterranei, numerosi anche i disagi nella circolazione. Sempre a Milano è stato attivato il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro. Piogge a tratti forti anche nel Bresciano, chiusa in entrambe le direzioni la strada statale Gardesana all'altezza di Limone sul Garda, per una frana. La protezione civile ha prolungato lo stato di allerta arancione.

Nelle prime ore del pomeriggio temporali si sono sviluppati anche tra Umbria e Marche ma con accumuli più modesti, massimo 20mm nella zona interna di Ancona. Nuvoloso a tratti con qualche debole pioggia anche tra Sardegna e Lazio. Sul resto della Penisola il promontorio di alta pressione di matrice africana ha continuato a portare bel tempo e temperature molto elevate.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati