21 ottobre 2019
ore 21:50
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 30 secondi
 Per tutti


AGGIORNAMENTO ORE 21:30
Accumuli elevati sull'alessandrino, in particolare spiccano i 174 mm di Pozzolo Formigaro e i 160 mm di Tortona. Anche nel pavese a Retorbido ci si avvicina ai 125 mm. Anche nelle prossime ore su queste zone si attendono forti precipitazioni, anche a carattere temporalesco. In questi minuti, sempre in Lombardia, forti celle temporalesche stanno insistendo tra Crema, Caravaggio e Chiari. Nel lodigiano gli accumuli si attestano sui 135 mm da stamani.

AGGIORNAMENTO ORE 19:30
Forti rovesci e temporali insistono anche su Ovada, Tortona e Novi Ligure con rain-rate prossimi ai 100 mm/h intorno a Castelferro (AL). Critica la situazione anche a Lerma, Garbagna e Castelleto d'Orba (AL) con molte strade allagate e impraticabili. Allagamenti anche in zona Arquata Scrivia e Serravalle Scrivia, anche a Gavi (AL) la situazione è molto compromessa per quanto riguarda le vie di comunicazione. Forti temporali stanno interessando anche il lodigiano, con accumuli complessivi di giornata tra 80 e 100mm tra i rispettivi settori occidentali e il pavese.

AGGIORNAMENTO ORE 18: DISAGI, ALLAGAMENTI ED ESONDAZIONI TRA GENOVESE, SAVONESE E ALESSANDRINO - Situazione molto critica in tutta la medio-bassa Val Stura, Valle Scrivia e Val Lemme, dove sono in atto allagamenti ed esondazioni. A Rossiglione caduti oltre 200mm di pioggia e continua a fare rovesci: sconsigliato immettersi sulla A26. A monte della zona di Pegli, sulla Val Varenna, il Rio Vaccarezza risulta in straripamento in loc. San Carlo di Cese. Al momento forti precipitazioni si segnalano verso Masone San Pietro, moderate su Varazze e Celle Ligure; è uscito dagli argini anche Rio Verde a Pontedecimo. Il forte temporale che nel primo pomeriggio ha interessato la zona di Genova si è nel frattempo spostato verso il Savonese, perdendo parte della sua intensità. Intanto proseguono le forti piogge sull'Alessandrino, dove si segnalano ulteriori straripamenti, tra cui il Rio Neirone a Gavi e il Lemme a Molini di Fracinalto. 

AGGIORNAMENTO ORE 15,45. La pioggia non dà tregua al Nordovest per l'insistenza della perturbazione che rimane bloccata nel suo spostamento verso levante dall'alta pressione sui Balcani. In Liguria un temporale rigenerante si è accanito dal primo pomeriggio sulla zona occidentale di Genova provocando allagamenti ed il rapido ingrossamento del Chiaravagna. Alla stazione di Multredo il pluviometro ha raggiunto in breve tempo in 140mm di accumulo pluviometrico. In piena anche altri rii secondari, come il Cantarena e il Molinassi. Allagamenti anche sulla A10 tra Pegli e Aeroporto. Sempre nel Genovese una frana è caduta sulla strada che porta a San Carlo di Cese, un'altra in Via Rubens che ha costretto all'evacuazione di tre persone.

Le stesse piogge sconfinano in Piemonte coinvolgendo direttamente l'Alessandrino con accumuli pluviometrici che raggiungono i 120mm dalla mezzanotte al confine con la Liguria, tanto che il fiume Bormida è esondato tra Acqui Terme ed Alessandria. Situazione simile nel Verbano, dove le intense piogge hanno provocato l'esondazione del Sesia nel Vercellese e il vistoso innalzamento del Lago Maggiore e del Lago d'Orta, ad una velocità rispettivamente di 25cm e 10cm in sei ore.

AGGIORNAMENTO ORE 12. Continua a piovere al Nordovest con il carico di pioggia che si concentra su Piemonte e Lombardia occidentale, dove gli accumuli pluviometrici crescono ulteriormente. Si superano ormai i 70mm sul Milanese, dove molte strade sono ancora allagate, in particolare Viale Rubicone, Via Negrotto, Via Comasina, Via Pacuvio, Via Astesani, Via Lombroso e via Spezia. A causa del maltempo un albero è caduto sulla strada in Viale Elvezia, bloccando la circolazione.

In Piemonte sono l'Alessandrino e il Verbano le zone più colpite dalla perturbazione. Nel primo caso si hanno frane e smottamenti che hanno coinvolto la zona di Acqui Terme, allagamenti a Spinetta e Borgo Marengo per l'esondazione del Rio Lovassina. In piena straordinaria il Torrente Erro verso il confine con la Liguria. Allagamenti anche in Val Bormida.

Nel Verbano gli accumuli pluviometrici continuano a salire e nelle ultime 24 ore raggiungono punte di 170mm (Varallo). Anche in questa zona si sono verificati alcuni smottamenti e numerosi sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco. Nel comune di Miazzina è interrotta la strada che porta all'Alpe Pala a causa di una frana. Il Sesia ha rotto gli argini nel Vercellese allagando i campi nella zona di Albano.

AGGIORNAMENTO ORE 8. Pilotata da una profonda saccatura depressionaria di origine atlantica sull'Europa occidentale una perturbazione continua ad interessare le regioni settentrionali con condizioni di marcato maltempo che insistono soprattutto al Nordovest. Piemonte e Liguria sono le regioni più direttamente coinvolte in questa fase di intenso maltempo, così come la Lombardia occidentale. Nella notte un violento temporale si è scaricato in Liguria colpendo più direttamente il settore di Ponente con piogge torrenziali e raffiche di vento di Scirocco fino a 120km/h. Molte scuole oggi rimarranno chiuse in Liguria a causa del forte maltempo che interessa la regione.

Forti piogge hanno interessato anche il Piemonte nella notte, in particolare l'Alessandrino che ha risentito direttamente del maltempo sulla Liguria. Qui si registrano accumuli pluviometrici che nelle ultime 24 ore raggiungono i 120mm. Ma non è da meno l'alto Piemonte, anch'esso alle prese con piogge e temporali di forte intensità che stanno provocando un sensibile innalzamento della portata dei corsi d'acqua tra Novarese e Verbano. Qui i pluviometri hanno raccolto fino a 150mm di acqua in 24 ore.

Nel suo lento movimento verso est il fronte ha raggiunto anche la Lombardia e il settore occidentale dell'Emilia Romagna. Un nubifragio nella notte si è scaricato su Milano provocando un sensibile innalzamento dei corsi d'acqua, primo fra tutti il Seveso che rischia di esondare. Sotto osservazione anche il Lambro, nell'area nordorientale della città. Si segnalano inoltre criticità nella circolazione stradale per allagamenti in alcuni sottopassi della città.

Intanto le piogge legate alla perturbazione in transito hanno raggiunto anche parte del Triveneto ed in particolare coinvolgono il Trentino ed il Veneto occidentale, ma qualche fenomeno di debole intensità è segnalato anche sul Friuli. Rimane stabile invece il tempo sulle regioni centro-meridionali, protette da un mite anticiclone che favorisce temperature molto gradevoli, in alcuni casi con minime ben superiori ai 20°C.

PROSSIME ORE. La perturbazione faticherà ad avanzare verso levante, bloccata dall'alta pressione che rimarrà ben salda sulla Penisola Balcanica. Il maltempo insisterà così sugli stessi settori e piogge e temporali sono previsti in giornata al Nordovest, in particolare su alto Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia centro-occidentale, Liguria tra Savonese e Genovese. Qualche pioggia anche sull'ovest dell'Emilia e sul Veneto occidentale, ma di intensità debole e tendente ad esaurirsi in giornata. In serata/nottata il maltempo inizierà ad attenuarsi anche al Nordovest, pur con la persistenza di cieli nuvolosi. Sul resto d'Italia proseguiranno condizioni di stabilità con tempo in gran parte soleggiato con clima mite e temperature massime fino a 28°C sul Foggiano e sull'entroterra sardo. ULTERIORI DETTAGLI: CLICCA QUI


Nel seguente video la situazione questa notte a Tiglieto (GE):

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per l'archivio dei nostri articoli entra qui

Clicca qui per guardare tutte le foto inviate alla nostra redazione

Clicca qui per guardare tutti i video inviati alla nostra redazione

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati