27 ottobre 2020
ore 23:52
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti
Circa 20cm di neve fresca a Livigno (SO)
Circa 20cm di neve fresca a Livigno (SO)

QUOTA NEVE. Un'energica perturbazione ha fatto il suo ingresso sullo scenario italiano dalle prime ore della nuova settimana provocando condizioni di maltempo su gran parte delle nostre regioni. Oltre alle piogge ha favorito anche il ritorno della neve in montagna, nella giornata di lunedì ha coinvolto le Alpi occidentali con fiocchi che a tratti sono scesi fino a 1500m, ma con quota neve che mediamente è oscillata intorno ai 1800m. Col passare delle ore il fronte ha agguantato le Alpi lombarde e poi quelle orientali, dove è tutt'ora in azione. Nella serata di lunedì, mentre i fenomeni hanno cominciato ad attenuarsi sull'arco alpino occidentale, sono proseguiti su quello centro-orientale e il limite neve è sceso fino a 1100/1200m sul settore retico e su quello alto atesino, ma anche in Veneto sul Cadore, a quote superiori in Trentino (1500m circa) e sulle Dolomiti friulane.

ACCUMULI DI NEVE FRESCA. In Piemonte le nevicate si sono concentrate nella giornata di lunedì con accumuli di circa 10cm a 2000m e le piste di sci delle valli olimpiche hanno ormai un aspetto invernale, anche se lo spessore totale del manto di neve è ancora esiguo. Solo salendo ad alta quota, verso i 3000m, si incontrano spessori più importanti, con circa 80cm di accumulo totale al confine con la Francia. Mezzo metro oltre i 2000m sul Verbano. In Lombardia caduti circa 20cm di neve fresca a Livigno a 1800m, mentre in Alto Adige lo strato di neve fresca si aggira sui 15cm a 2000m.

Alpi di Mera - Valsesia
Alpi di Mera - Valsesia

Passo dello Stelvio
Passo dello Stelvio
Lappago (BZ)
Lappago (BZ)
Lago di Resia (BZ)
Lago di Resia (BZ)

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati