28 novembre 2021
ore 23:52
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 33 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

AGGIORNAMENTO SERALE: forte instabilità sta interessando il Veneto orientale e il Friuli Venezia Giulia con nevicate fino a quote collinari tra i 300-500mt. Episodi temporaleschi con graupel tra udinese, goriziano e triestino. Altrove situazione più tranquilla, con precipitazioni decisamente più sporadiche e deboli al momento al Centro-Sud e nevicate ancora sopra gli 800mt. Cieli sereni sul Nord-Ovest, Lombardia, Emilia Romagna e Marche. Schiarite anche in Toscana. Piogge abbondanti sulla Sardegna occidentale. Temperature in netto calo al Centro-Nord. Nelle prossime ore l'instabilità si concentrerà al Centro-Sud e la quota neve calerà fino a 500-700mt anche in Sardegna. Possibili temporali tra bassa Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia.

PIOGGIA INCESSANTE IN CAMPANIA, SUPERATI GLI 80mm DALLA MEZZANOTTE, NEVE IN SARDEGNA A 500m, PIU' BASSA IN ROMAGNA: il fronte di aria fredda giunto dal Mare del Nord continua a penalizzare soprattutto le regioni del medio basso versante tirrenico dove agisce ancora il ramo mite della perturbazione. Accumuli notevoli in Campania, superati gli 80mm dalla mezzanotte con cumuli ben oltre i 200-250mm  negli ultimi 5 giorni. Molti fiumi e torrenti sono parzialmente esondati allagando le campagne circostanti come il Calore nella provincia di Salerno. Sulla costa i venti forti di libeccio hanno costretto alla chiusura dei collegamenti con le isole del Golfo. La neve cade sull'Appennino intorno ai 1300-1500m.

Il ramo freddo della perturbazione sta invece interessando la Sardegna dove la temperatura è crollata fin sotto ai 10°C sulla zona settentrionale. I rovesci più intensi hanno fatto scendere la neve fino a 500m di quota. Freddo e neve fino a quote collinari, anche di bassa collina, fin sotto i 300-400m anche sulle Marche con accumuli abbondanti in Appennino, superiori ai 30cm al di sopra dei 1000m. Neve molto bassa anche sull'Appennino romagnolo, anche sotto ai 200m di quota seppur senza particolari accumuli e a tratti nella zona alta del Forlivese. Neve anche sull'Appennino riminese e bolognese, fin sotto i 700m.

OLTRE 70MM NEL BENEVENTANO. Le piogge stanno interessando il versante tirrenico anche con forte intensità, come sta accadendo in Campania. Gli accumuli pluviometrici raggiungono ormai i 70mm nel Beneventano, ma superano i 50mm su gran parte del Salernitano. I forti venti da sudovest spingono nubi e piogge verso est e raggiungono il versante adriatico, interessando Molise e Gargano.

MAREGGIATE E DANNI NEL COSENTINO. Il maltempo e il vento forte che soffia dal Tirreno, con raffiche che hanno sfiorato i 100km/h nel Salernitano, hanno provocato il cedimento di una parte del costone che sostiene la linea ferroviaria a Fuscaldo, nel Cosentino. Sempre nel Cosentino è stata avvistata una tromba marina al largo di Sn Lucido.

SITUAZIONE. Una vasta area di bassa pressione si è impadronita del Mediterraneo centrale e dell'Italia, alimentata da una discesa di correnti fredde provenienti dall'Artico, e sta pilotando una serie di perturbazioni in scorrimento sull'Italia. Quelle più attiva sta coinvolgendo le regioni centro-meridionali, più direttamente quelle del versante tirrenico, un'altra il Nordest. In entrambi i casi si ha a che fare con una netta diminuzione delle temperature e di conseguenza anche della quota neve, che in alcuni casi è stata copiosa. Oltre a piogge e neve vanno presi in considerazione anche i venti, molto sostenuti dai quadranti occidentali, in grado di provocare mareggiate sulle coste esposte.

NELLA NOTTE NEVE A BASSA QUOTA SU ALPI ORIENTALI. Si sono ora attenuate le precipitazioni sul Nord Italia, ma nella notte hanno interessato gran parte delle regioni centro-orientali e già dai 400/500m hanno assunto carattere nevoso, imbiancando Trentino-Alto Adige, Dolomiti venete e Alto Friuli con uno strato di anche 20cm. Sulle Prealpi lombarde si sono avuti temporali nella notte con gragnuola e neve sul Varesotto.

NEVE DAI 1000/1200M SULL'APPENNINO SETTENTRIONALE. Si sono attenuati i fenomeni all'alba sull'Appennino settentrionale, ma nella notte la neve è caduta fino a 1000/1200m sulla dorsale appenninica tosco-emiliana lasciando al suolo uno strato di oltre 20cm sull'Abetone e sul Cimone. Nevicate ancora in corso tra bassa Toscana, Umbria e Marche a partire dai 1000/1200m, mentre sulla dorsale laziale-abruzzese il limite pioggia-neve risulta intorno a 1500m.

ROVESCI E TEMPORALI SU BASSO TIRRENO E SICILIA. Le tese correnti sudoccidentali stanno trasportando masse d'aria umide e instabili sulle regioni del basso Tirreno, foriere di rovesci e temporali soprattutto in Campania. Bersagliato nelle ultime ore il Salernitano, con accumuli pluviometrici di oltre 40mm che vanno ad aggiungersi alle piogge intense di sabato. Nelle ultime ore l'instabilità si è intensificata anche in Sicilia, coinvolgendo con piogge e rovesci anche di forte intensità le zone sudorientali, specie Siracusano.

MALTEMPO IN SARDEGNA. Anche la Sardegna è alle prese con instabilità e maltempo, in particolare sul versante occidentale. Gli accumuli pluviometrici superano i 30mm dalla mezzanotte sul medio Campidano, mentre sui rilievi la neve cade a partire dai 1000m circa. 

METEO PROSSIME ORE. Addensamenti su Lombardia e Triveneto con qualche pioggia o rovescio che diverrà anche temporalesco in serata sul Friuli VG, mentre si attenueranno i fenomeni sul resto del Nord in giornata. Neve al Nordest dai 200/400m, qualche pioggia mista a neve nella prima parte della giornata sulle alte pianure lombarde. Ampie schiarite al Nordovest sin dal mattino, in graduale avanzamento verso est col passare delle ore. Addensamenti però sui confini alpini occidentali con deboli nevicate fino a quote di fondovalle. Instabile sulle regioni tirreniche con rovesci e temporali in intensificazione sul settore centro-meridionale, specie in Campania, in estensione alla Calabria nel pomeriggio, localmente accompagnati da grandine, ma in attenuazione in giornata sui settori più settentrionali. Fino al pomeriggio qualche rovescio anche in Toscana e sul Levante Ligure. Instabile su ovest Sardegna e nel corso del pomeriggio anche su nord Sicilia con rovesci e temporali, variabilità sulle regioni adriatiche con qualche pioggia su Marche e alta Puglia, in esaurimento la sera. Neve sull'Appennino già dai 600/900m su quello centro-settentrionale in ulteriore calo in serata, in calo fino a 900/1200m su quello meridionale. Venti forti occidentali con mareggiate sulle coste tirreniche, su quelle occidentali delle isole maggiori e del basso Salento. Temperature in calo. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per lunedì clicca qui.

Meteo Italia domenica
Meteo Italia domenica

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati