8 settembre 2022
ore 23:44
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
7 minuti, 45 secondi
 Per tutti
Cover
Cover

AGGIORNAMENTO ORE 16,50. ANCHE SICILIA SPUNTANO I TEMPORALI. Nel corso del pomeriggio una cella temporalesca si è formata sulle zone interne della Sicilia, nell'entroterra messinese. Il temporale si sta spostando lentamente verso l'entroterra catanese.

AGGIORNAMENTO ORE 16,30. IN SARDEGNA PICCHI DI 38°C. Mentre buona parte d'Italia è alle prese con temporali anche di forte intensità, in Sardegna l'estate sembra non aver nessuna intenzione di andarsene. Complice la risalita di correnti calde dal Nord Africa, sulle zone meridionali della regioni si sono raggiunte massime notevoli, con un picco di 37,9°C sull'entroterra cagliaritano, a San Sperate.

AGGIORNAMENTO ORE 16,15. CENTRO ITALIA, CONTINUANO AD INTENSIFICARSI NUOVI TEMPORALI. I temporali che nel primo pomeriggio hanno ripreso ad intensificarsi sull'alta Lazio si sono successivamente estesi alle zone interne della Toscana e all'Umbria, a partire dal settore occidentale. Segnalata anche alcune grandinate sul Ternano, dove le precipitazioni hanno intensità orarie fino a 50mm.

AGGIORNAMENTO ORE 15,45. TEMPORALI IN FORMAZIONE SULLA VAL PADANA. Anche sulle aree centrali della Pianura Padana si stanno formando celle temporalesche nel pomeriggio di oggi, segnatamente lungo il corso del Po. Si tratta di fenomeni sparsi a macchia di leopardo e piuttosto localizzati, ma anche di forte intensità e accompagnati da grandinate. E' quanto sta accadendo in Emilia tra Piacenza e Parma e sul Ferrarese, in Lombardia sul Mantovano.

NUOVI TEMPORALI SULL'ALTO LAZIO. Dopo i nubifragi del mattino e la breve pausa seguita nel primo pomeriggio, nuove celle temporalesche stanno prendendo forma sull'alto Lazio ed in particolare sul Viterbese interno. Si segnalano fenomeni anche accompagnati da grandine, seppur piuttosto localizzati.

AGGIORNAMENTO ORE 15. LAZIO, GRANDINE GROSSA E ALLAGAMENTI NEL FRUSINATE. Dopo l'ora di pranzo si sono attenuate le precipitazioni, ma fino a poco prima l'intensità dei temporali è stata davvero notevole, tanto che si sono avute grandinate con chicchi di grandi dimensioni, anche come palline da golf, che hanno provocato danni e allagamenti nel basso Lazio, sia a Frosinone che in altre località della provincia. I vetri di alcune automobili sono andati distrutti e le carrozzerie ammaccate.

AGGIORNAMENTO ORE 13. MALTEMPO FRIULI VENEZIA GIULIA, AEREO DIROTTATO SU VENEZIA. A causa dei violenti temporali che in mattinata hanno bersagliato il Friuli VG, (facendo lievitare gli accumuli pluviometrici in alcuni casi fino a quasi 120mm nel Triestino), un aereo Airbus A319-111 Ita Airways è stato dirottato a Venezia. Il volo sarebbe dovuto terminare al Trieste Airport di Ronchi dei Legionari. Qui maggiori dettagli.

PIOGGE E TEMPORALI INSISTONO SUL CENTRO ITALIA. Forti temporali con grandine impegnano il basso Lazio tra fine mattinata ed inizio pomeriggio, specie il Frusinate, dove sono segnalate anche intense raffiche di vento. Ma rovesci diffusi ed anche altri temporali continuano a bersagliare anche l'Abruzzo fino a sconfinare alla costa. Si stanno attenuando invece i fenomeni sulle Marche, così come su Toscana ed Umbria.

AGGIORNAMENTO ORE 11,40. FORTE TEMPORALI SULLA COSTA FRIULANA. Nel corso del mattino anche l'estremo Nordest è stato raggiunto da temporali violenti, come sta accadendo sulla costa friulana dove i fenomeni sono localmente accompagnati da grandine. Tra Goriziano e Triestino si segnalano accumuli orari fino a 60/80mm e raffiche di vento di oltre 70km/h.

AGGIORNAMENTO ORE 11. TEMPORALI ANCHE FORTI SI CONCENTRANO SU TRIVENETO E CENTRO ITALIA. Nel corso del mattino il fronte temporalesco si è diviso in due rami. Uno che sta agendo al Nordest colpendo soprattutto le zone a nord del Po e i settori prossimi alle Alpi. L'altra è una vasta cella temporalesca che si concentra su gran parte del Centro Italia ma che, se da una parte sta mollando la presa sui versanti tirrenici e su gran parte della Toscana, dall'altra comincia a sconfinare fino alle coste adriatiche, seppur con intensità ridotta. Quanto agli accumuli pluviometrici si segnalano punte di oltre 70mm in Trentino, 80mm sulle zone a nord di Roma, fino a 100mm sul Viterbese, gran parte dei quali caduti in poco più di un'ora.

AGGIORNAMENTO 9,45. TORNADO SUL LAGO DI GARDA. Con il transito del fronte temporalesco una tromba d'acqua si è formata a Peschiera, sul Lago di Garda. Notevoli gli accumuli pluviometrici sulle pedemontane venete, ma anche in Trentino, con locali picchi di 70mm.

TORNADO A CIVITAVECCHIA. Due terzi del Centro Italia sono alla prese con una vasta cella temporalesca che sta dando luogo a fenomeni molto estesi ed abbondanti tra Toscana sudorientale, Umbria, alto Lazio, fino a raggiungere le zone interne marchigiane. In poche decine di minuti gli accumuli pluviometrici hanno superato i 50mm sul Viterbese, mentre nei pressi di Civitavecchia è stata avvistata una tromba d'aria.

AGGIORNAMENTO ORE 8. Un nuovo impulso temporalesco è in transito da questa notte al Nord e su parte del Centro Italia e dà luogo a fenomeni anche molto intensi che provocano danni e disagi. Si tratta di fronti che vengono sospinti verso est verso l'Europa centrale dal vortice in azione sulle Isole britanniche e che con il loro ramo meridionale riescono a raggiungere le nostre regioni settentrionali e parte di quelle centrali, senza però coinvolgere il Meridione che rimane ancora protetto dal caldo anticiclone afro-mediterraneo.

PIEMONTE, NELLA NOTTE ALLAGAMENTI NEL VERBANO. Forti temporali hanno interessato ieri sera l'alto Piemonte e con il passare delle ore si sono concentrati sul Verbano, dove si sono avuti fenomeni di downburst con grandine, nubifragio e colpi di vento. Alcuni alberi sono stati abbattuti, diversi sono stati gli allagamenti e numerosissime le fulminazioni che hanno accompagnato il temporale.

INTENSI ROVESCI IN VALLE D'AOSTA. Un secondo impulso ha raggiunto dalla Francia le Alpi occidentali nella notte ed ha attraversato la Valle d'Aosta con piogge e temporali localmente intensi, seppur di breve durata.

Nel seguente video la situazione della notte ad Aosta:

COMO E LECCO, NELLA NOTTE FORTE MALTEMPO E SMOTTAMENTI. Il fronte transitato sulla Lombardia ha generato violenti temporali nella notte sulle aree settentrionali della regione, con accumuli pluviometrici che hanno localmente toccato i 120mm nel Bergamasco e sono ancora in corso nelle prime ore della giornata. Nel Comasco le ingenti precipitazioni, con accumuli anche di 110/120mm, hanno provocato frane e smottamenti, colpendo soprattutto il comune di Blevio. Alcune strade sono state chiuse. Altrettanto critica la situazione nel Lecchese, dove nubifragi e grandine hanno bloccato alcune auto nei sottopassi, costringendo i Vigili del Fuoco al salvataggio di quattro persone. In alcune zone la grandinata è stata talmente intensa che le strade sono rimaste ricoperte da uno strato di ghiaccio spesso alcuni centimetri.

Nel seguente video la situazione a Belvio (CO):

TEMPORALI ANCHE INTENSI AL NORDEST. Il fronte temporalesco si è spostato verso est e ha raggiunto parte del Triveneto, concentrandosi tra alta Val Padana e Prealpi. Colpita soprattutto la provincia di Trento, con accumuli pluviometrici di oltre 60mm.

Nel seguente video la situazione a Noventa di Piave (VE):

VIOLENTI TEMPORALI E NUBIFRAGI IN TOSCANA E LAZIO. Il ramo più meridionale del fronte si è spinto fino alla Toscana e all'alto Lazio (Viterbese) provocando rovesci e temporali anche molto intensi, soprattutto sulle zone costiere e sulle prime aree interne. Gli accumuli pluviometrici notturni oscillano intorno ai 20/30mm, ma con locali picchi di quasi 100mm sulla zona di Livorno.

Nel seguente video la situazione a Viterbo:

METEO PROSSIME ORE. Al Nord schiarite in arrivo già ad inizio mattinata su Piemonte, Valle d'Aosta e Ponente Ligure; rovesci e temporali altrove, specie su Alpi, Prealpi e alta Val Padana centro-orientale, con accumuli pluviometrici localmente superiori a 40/50mm; i fenomeni potranno essere localmente accompagnati da grandine anche di grandi dimensioni ed improvvisi colpi di vento, in particolare su Prealpi, pedemontane e in generale sull'alto Friuli. Entro sera tende a schiarite anche sul resto della Val Padana, insistono i rovesci invece sul Friuli VG. Sul Centro Italia temporali di forte intensità al primo mattino in Toscana, anche forti, grandinigeni e accompagnati da grandine, in rapida  estensione ad Umbria e Lazio, con possibili grandinate e locali nubifragi, poi più deboli anche sulle Marche, specie interne in giornata. Si tratterà comunque di fenomeni sparsi a macchia di leopardo e non omogeneamente distribuiti, tanto che alcune aree potranno subire una fenomenologia intensa ed altre limitrofe rimanere all'asciutto. Tende a migliorare tra pomeriggio e sera sul versante tirrenico a cominciare dalla Toscana, salvo ancora nelle ore pomeridiane qualche isolato rovescio o temporale più probabile sulle zone interne. Nulla di fatto invece al Sud, salvo un po' di variabilità in Campania nella prima parte del giorno. Le temperature accuseranno un'ulteriore diminuzione al Nord e sull'alto Tirreno, mentre proseguirà il caldo al Sud e sulle isole con massime anche di 36/37°C sulle isole maggiori. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per venerdì clicca qui.

Meteo Italia giovedì
Meteo Italia giovedì

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati