1 luglio 2019
ore 11:36
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
3 minuti, 40 secondi
 Per tutti


Luglio è l'unico mese ad avere due "giorni immaginari" utilizzati nella letteratura fantascientifica e nel sottogenere della canzone denominata "demenziale

": il 32 luglio è il giorno in cui gli abitanti di una società totalmente asservita ad un immaginario potere temporale vivevano in permanenza nel romanzo breve di Frederik Pohl "Il tunnel sotto il mondo" (1955), trasposto in film nel 1969 da Luigi Cozzi, mentre "38 luglio" è il titolo del primo singolo del 1973 del gruppo degli Squallor. Oltre a queste stranezze molti sono, invece, i

detti ed i proverbi riguardanti Luglio

che molto spesso trovano riscontro nella realtà. Di seguito una rapida carrellata di quelli che conoscevo e che ho trovato sul Web...  



Quando luglio è ardente, miete lesto.


Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto.


Se no fa caldo di luglio e di agosto,sarà tristo il mosto.


A San Bonaventura (15 luglio) s’è finito di mietere in pianura.


Fino a Santa Margherita (20 luglio) il gran cresce nella bica.


Per Santa Maddalena (22 luglio) la noce -e la nocciola- è piena.


Per Santa Maddalena (22 luglio) si taglia l’avena.


Per Santa Maddalena (22 luglio) se il grappolo è serrato, il vino è assicurato.


Per Santa Cristina (24 luglio) la sementa della saggina.


San Giacomo (25 luglio) dei meloni.


San Giacomo (25 luglio) con i tetti bagnati, del vin siamo privati.


La pioggia di Sant’ Anna (26 Luglio) è una manna.


A sant'Anna corre l'acqua per la piana.


Se piove a sant'Anna, piove un mese e una settimana.


Se le formiche s'agitano a sant'Anna, tempesta ai piè della montagna.


Se piove a santa Maddalena si riempirà la fontana.


Per San Giacomo e Sant’Anna entra l’anima nella castagna.


San Giacomo vuol sempre versare la bottiglia.


Quando luglio è molto caldo, bevi molto e tienti saldo.


In Luglio è ricca la terra, ma povero il mare.


Luglio poltrone porta la zucca col melone.


Se piove con solleone le castagne son tutte guscioni.


A Luglio gran calura, a Gennaio gran freddura.


Presto la pioggia suol venire a noia, ma in Luglio è un ricco dono e apporta gioia.


Quando in Luglio il fumo resta nel camino il tempo sarà troppo caldo.


Il mattino scuro di Luglio non significa brutta giornata.


Chi vuole un buon rapuglio, lo semini in luglio.


D'aprile non ti scuoprire, di maggio vai adagio, di giugno cavati il codigugno, e se non pare tòrnatelo a infilare; di luglio vattene ignudo.  



DIALETTO

Löj, battidur.


Löj, la tera la böj.


A Sant’Ana, i verz ne la piana.


Vin bianc e capon in lüi e agost an i è pü bon.


Par santa Madalena (22 luglio) la nos l’è piena, e par sant’Ana (26 luglio) s’an fa na cavagna.


Par Santa Madalena la nus l'è piena.


Par sant'Ana la nus la va in lama ( oppure:la sa slama ).


Par Sant'Ana al ris al va in cana.


San Giacum e Sant'Ana i da' i pumen par i puvren.


S'a pioef par Sant'Ana l'è na mana.


Par sant’Ana la nos s’a šlama.


L’aqua a sant’Ana l’è mèi che mana.


Acqua de luju, no face uju.


Luju e agostu, mujere mia, nu te canuscu.


Luju trebbiature, culla crazzia de lu signore.


Sant'anna e santu jacu alle fiche li ota la capu.


De santa cristina la mengula e' china, de san lorenzu lu noce mensu e mensu.


De santa matalena, vai alla vigna e torni prena.


Se nu chiove de sant'anna, fiche nu ne sicchi sulla canna.


De sant' anna l'ua se manna.


Somènda de luju, se vô ‘n bon repuju.


Luju poltrone, reca la zucca cor melone.


Lujo, arzo le gamme e fugghjo.


Lujo te porta visciuli, pèrsichi e mele.


Se non arde luju e agustu, dendro lu tinu agro è lo mustu.


Luju, tutti vatte con gran rigujo.


De Sanda Natoja, mèti lo grà con tutta la foja.


Sand’Anna, ‘o grà a casa e su ‘u pajà ‘a paja.


Sanda Maria Maddalena la piova se la mena.


Quando sol est in Leone pone mulier in cantone bibe vinum con sifone.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati