2 luglio 2022
ore 23:53
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 26 secondi
 Per tutti
Caldo intenso e afa fino a inizio prossima settimana
Caldo intenso e afa fino a inizio prossima settimana

SITUAZIONE. L'anticiclone africano rimarrà insediato alle latitudini centro-meridionali europee per tutto il weekend ed anche nei primi giorni della prossima settimana, mantenendo le temperature elevate sull'Italia e il clima particolarmente afoso. Le temperature sono destinate ad aumentare al Nord, dopo il contenuto ridimensionamento degli ultimi giorni favorito dal passaggio di alcuni forti temporali. L'afa sarà opprimente e si farà sentire soprattutto dopo il tramonto nei grandi centri urbani e lungo i litorali. Ci porteremo dietro queste condizioni climatiche fino all'inizio della prossima settimana, poi qualcosa sembra cominciare a muoversi. Dalle alte latitudini europee correnti più fresche ed instabili potrebbero raggiungere lo Stivale, determinando dal 7 luglio una fase più instabile che favorirà un calo termico anche deciso. Vediamo nel dettaglio le temperature previste per i prossimi giorni.

DOMENICA CALDO IN AUMENTO AL NORD, CLIMA ROVENTE OVUNQUE. Il dominio dell'anticiclone africano determinerà un aumento delle temperature anche al Nord, dopo il parziale ridimensionamento avvenuto nella seconda parte della settimana. Poche le variazioni altrove, dove il clima si manterrà rovente. Attese massime fino a 35/37°C al Nord, 37/39°C sulle centrali tirreniche e al Sud con punte di 40°C nell'entroterra laziale e sul Materano. Anche le minime si manterranno elevate, ben superiori a 20°C con afa intensa nelle ore serali/notturne. Caldo anche in quota con zero termico fino a 4000m sulle Alpi, valori fino a 25/27°C a 1500m sulle Alpi occidentali, 20/22°C sull'Appennino centrale e settentrionale a 2000m, 32/34°C a 1000m.

LUNEDI' ANCORA PUNTE DI 40°c AL SUD E SARDEGNA. Poche variazioni rispetto alle 24 ore precedenti se non un lieve ridimensionamento sulle Alpi e localmente sull'alta Val Padana, alle prese con alcuni temporali. Sulla bassa Val Padana è atteso un ulteriore lieve incremento dei valori massimi, con picchi anche di 37/38°C in Emilia. Picchi di 40°C su Materano e Sardegna interna.

Temperature massime previste per lunedì
Temperature massime previste per lunedì

MARTEDI' QUALCHE GRADO IN MENO AL NORD E TOSCANA. L'ingresso di aria relativamente più fresca dai quadranti occidentali determinerà un certo calo delle temperature al Nord e in Toscana, seppur contenuto e in un contesto termico ancora rovente, con massime intorno a 32/35°C. Poche variazioni sul resto d'Italia con picchi di 40°C sulle zone interne delle isole maggiori e su Materano e Foggiano.

RINFRESCATA DA META' SETTMANA. L'indebolimento dell'anticiclone africano favorirà l'ingresso di correnti da quadranti via via più settentrionali che apporteranno aria più fresca ed instabile, in graduale estensione dalle regioni settentrionali a quelle centrali e meridionali. Le temperature subirebbero così un ridimensionamento deciso in un primo momento al Centro-Nord e successivamente al Sud. Intorno a metà della prossima settimana  le massime potrebbero non superare i 28/30°C al Nord e sul medio-alto Adriatico e intorno al prossimo weekend anche al Sud.

Temperature massime previste per giovedì
Temperature massime previste per giovedì

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati