19 maggio 2022
ore 23:44
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 59 secondi
 Per tutti

VERSO I 35/36°C - L'anticiclone africano rincara la dose ed entro il weekend conquisterà gran parte del Mediterraneo centro occidentale portando temperature eccezionalmente elevate per il periodo sulla Spagna e anomale anche per l'Italia. Attese punte di 34/35°C o persino superiori sulle zone di pianura del Nord e delle regioni centrali tirreniche oltre che della Sardegna. Tra i mesi di maggio più caldi del passato spicca quello del 2009 quando Milano raggiunse i 36°C, Bologna 35°C, Verona 37°C, Firenze 35°C. Nel weekend questi valori potranno essere localmente eguagliati o persino superati in Pianura Padana e quindi segnare dei nuovi record. La discriminante sarà la posizione, nelle zone litorali la situazione sarà nettamente diversa dalle zone interne e di pianura con valori molto più bassi seppur con maggiore afa. Qualche novità si intravede per la nuova settimana ma è ancora tutto molto in forse. Vediamo intanto cosa ci aspetta fino a martedì

TEMPERATURE VENERDÌ: temperature in ulteriore aumento al Nord, centrali tirreniche, Umbria, Sardegna e Adriatico. Massime fino a 33°C in Pianura Padana, 32°C sulle interne della Toscana e nel Ternano con punte localmente anche superiori. Più freschi i litorali ma con umidità elevata

TEMPERATURE SABATO: gran caldo al Nord, al Centro e in Sardegna. Punte di 35/36°C o localmente persino superiori in Val Padana, 33/34°C sulle zone interne della Toscana, del Lazio e in Umbria. Fino a 33/34°C anche in Sardegna. Meno caldo il Sud con punte di 32/33°C solo sul Tavoliere e nel Materano. Più freschi i litorali ma con afa elevata, specie sull'area tirrenica.

TEMPERATURE DOMENICA: poche variazioni rispetto al sabato con un leggero ridimensionamento dei valori al Nord e un locale aumento al Sud. Attese ancora punte di 35°C sulle pianure interne e sulla Sardegna ma localmente anche al Sud, specie in Puglia

TEMPERATURE NUOVA SETTIMANA: dopo un lunedì molto simile alla domenica salvo che per un possibile ulteriore aumento delle temperature al Sud e in Sardegna dove si potrebbero toccare i 37°C, da martedì i valori massimi dovrebbero iniziare a scendere sulle regioni settentrionali, pur restando comunque ancora sopra media. Da mercoledì ma è da confermare si potrebbe rientrare nella normalità a iniziare dal Centro Nord per una fase perturbata. 



Seguici su Google News


Articoli correlati