22 giugno 2020
ore 23:50
di Luca Pace
tempo di lettura
2 minuti, 20 secondi
 Per tutti

AVVIO DI SETTIMANA CON ANTICICLONE PROTAGONISTA, SPECIE AL NORD - Un campo di alta pressione, di matrice sub-tropicale, si va rafforzando in avvio di settimana sull'Europa occidentale, con i massimi di geopotenziale che tra le giornate di martedì e mercoledì si andranno a collocare tra Spagna, Francia e le nostre regioni di Nord Ovest. Le regioni meridionali e quelle del versante adriatico rimarranno ai margini del promontorio anticiclonico, ancora influenzate tra lunedì e martedì da correnti più fresche in discesa dall'Europa orientale.

SCOPPIA L'ESTATE SU MOLTE REGIONI, ATTESE PUNTE DI OLTRE 30°C - Gli effetti di questa perentoria rimonta anticiclonica si faranno sentire sin dalla giornata odierna su tutto il Nord Italia oltre che sulle regioni del medio-alto Tirreno. Proprio in queste zone avremo giornate con cieli sereni e temperature in generale aumento: nella giornata di oggi punte di 31-32°C sono attesi sulle pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia, cosi come tra Toscana e Lazio

GIORNATA ODIERNA ANCORA INCERTA SULLE REGIONI ADRIATICHE E AL SUD - Come anticipato, la settimana inizierà ancora all'insegna della spiccata variabilità sulle regioni adriatiche e al Sud. Esse verranno influenzate infatti dall'azione di un'area depressionaria posizionata sulla Penisola balcanica che continuerà a fare affluire aria più fresca e instabile in arrivo da Nord Est. Ecco così che la giornata di lunedì vedrà nuvolosità variabile, a tratti irregolare, con possibilità di acquazzoni sparsi tra Molise, Puglia, Lucania, bassa Campania e Calabria.
Andrà meglio già a partire da martedì, quando ci attendiamo ancora residua instabilità che insisterà tuttavia solamente sulle estreme regioni meridionali.

APICE DEL CALDO ATTESO TRA MARTEDÌ E MERCOLEDÌ - L'apice di questa prima ondata di caldo stagionale verrà toccata tra le giornate di martedì e mercoledì, quando la colonnina di mercurio salirà ulteriormente, ancora una volta in particolar modo al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. Attesi picchi di 32-33°C sulle città di Firenze e Roma, ma valori abbondantemente sopra i 30°C si registreranno un po su tutta la Pianura Padana, con punte di 33-34°C sull'Emilia, ma anche sulle basse pianure di veneto e Lombardia. Caldo in aumento anche in Sardegna, dove non si escludono valori anche attorno ai 34-35°C specie sulle aree interne occidentali dell'isola.

Tra giovedì e venerdì da valutare poi l'ingresso di un nucleo instabile che dall'Europa orientale potrebbe addossarsi alle nostre regioni centro-settentrionali, portando un possibile nuovo aumento dell'instabilità specie al Nord Est, oltre che ad un parziale smorzamento del caldo al Nord. TENDENZA DA CONFERMARE.

Seconda parte della settimana con qualche insidia temporalesca, DETTAGLI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati