15 novembre 2019
ore 22:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 17 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 21:30 - PIOGGE INTENSE AL NORDEST, TRACIMATO IL TORRENTE VARMA IN FRIULI - Prosegue la fase di maltempo sulle regioni centrali e nord-orientali, con fenomeni localmente di forte intensità soprattutto sul Friuli Venezia Giulia, dove nelle ultime ore si registrano alcune criticità idrogeologiche: è notizia di pochi minuti fa che è tracimato il torrente Varma: FVG Strade ha disposto la chiusura della strada regionale 251 della Valcellina, all'altezza delle gallerie di Barcis (Pordenone). Alcuni paesi dell'Alta Valcellina rimangono raggiungibili solo dal Veneto. Sul posto è giunto anche il sindaco di Barcis, Claudio Traina, che sta coordinando il lavoro della squadra comunale di Protezione civile, che presidia l'area. Per i pendolari che non sono riusciti a rientrare a casa per tempo, si prospetta un bypass di cento chilometri e un paio d'ore di percorrenza: Erto, Cimolais e Casso sono raggiungibili soltanto dal Cadore. In caso di emergenze sanitarie, grazie a un protocollo tra le due Regioni, interverrà il personale della provincia di Belluno. Si registrano accumuli pluviometrici considerevoli in provincia di Udine dove si superano i 250mm giornalieri a Tolmezzo, ma comunque mediamente oltre i 150mm sulla Carnia e relative Prealpi, con neve dai 1.000-1.300 metri. Nuove piogge anche in Liguria, specie sui settori centrali e rovesci a carattere temporalesco tra Abruzzo occidentale e Lazio sud-orientale; piogge che stanno approdando anche sull'alta Campania e il Molise. Prosegue la fase piuttosto piovosa anche in Sardegna, dove sono in atto ancora acquazzoni e locali temporali nelle aree nord-occidentali, tra Sassari e Alghero. Nevica sull'Appennino emiliano sopra i 1.100-1.300, con accumuli abbondanti in alta quota sul Monte Cimone.

AGGIORNAMENTO ORE 16. FORTI TEMPORALI RAGGIUNGONO IL LAZIO. La perturbazione ha ormai raggiunto buona parte delle regioni centrali tirreniche fino al Lazio, dove si sono avuti forti temporali e nubifragi che hanno provocato allagamenti nel Viterbese ma anche a Civitavecchia, oltre ad aver causato la caduta di diversi alberi sulla sede stradale a Pescia Romana (VT), con accumuli pluviometrici che raggiungono i 70mm. Punte di 90mm invece in Toscana nella Lucchesia e Livornese. 

FORTE MALTEMPO SU TRIVENETO ED EMILIA. Intanto la stessa perturbazione continua ad interessare Triveneto ed Emilia Romagna con piogge battenti ed accumuli pluviometrici oltre i 100mm sul Vicentino. Osservato speciale il Bacchiglione, la cui portata è in visibile aumento e potrebbe esondare. Sono state attivate tutte le misure di sicurezza e preparati i sacchi per arginare eventuali allagamenti. La perturbazione si sta contemporaneamente estendendo verso ovest ed ha raggiunto i settori orientali della Lombardia.

AGGIORNAMENTO ORE 13. FORTE MALTEMPO SU TOSCANA, EMILIA E TRIVENETO. La perturbazione si sta concentrando in queste ore lungo l'asse che dalla Toscana si allunga verso nordest passando per l'Emilia e raggiungendo il Triveneto, dando luogo a piogge e temporali anche di forte intensità. Accumuli pluviometrici che raggiungono gli 80mm sull'alto Vicentino, 90mm nel Pordenonese così come in Toscana sull'Appennino Pistoiese.

FIOCCHI A BOLZANO. Sulle Alpi orientali continua a nevicare a quote che oscillano sensibilmente tra i 1500 e i 500m a seconda dell'influenza dello Scirocco, ma i fiocchi sono riusciti a spingersi anche a Merano e Bolzano.

NEVE SULL'APPENNINO TOSCO-EMILIANO. Nevica anche sull'Appennino settentrionale con fiocchi fitti oltre i 1300m sul settore tosco-emiliano, anche sotto forma di bufera con raffiche di vento che sui crinali raggiungono i 140km/h.

ACQUA ALTA A VENEZIA. È ulteriormente cresciuto il livello della marea a Venezia con una punta di 154cm che sta allagando il 70% del centro storico. Acqua alta anche a Chioggia e stessi disagi.

AGGIORNAMENTO ORE 8. MALTEMPO AL CENTRO-NORD, PUNTE DI 70mm. L'intensa perturbazione atlantica giunta sull'Italia ha provocato condizioni di marcato maltempo che dal Nordovest si è esteso a Nordest, Emilia Romagna, Toscana e Sardegna con fenomeni anche di forte intensità. Si è attenuato nella notte il maltempo al Nordovest, dopo una serata molto perturbata caratterizzata da rovesci, temporali e nevicate fino a quote basse in Piemonte ( neve ad Asti, temporali nevosi sul basso Piemonte e Appennino ligure ). Il forte maltempo si è spostato ora su Lombardia orientale, Triveneto ed Emilia Romagna accompagnato da rovesci anche temporaleschi, grandinate nel Bergamasco e forti raffiche di vento fino a 70km/h sulla Pianura Padana che hanno causato il crollo di rami. Accumuli pluviometrici di oltre 70mm si registrano sulle valli bresciane, intorno ai 30/40mm a ridosso delle Alpi venete e friulane. Nel frattempo la perturbazione ha interessato la Toscana con rovesci e temporali che hanno favorito accumuli pluviometrici fino a 60mm in poche ore sulla Lucchesia, mentre la parte più avanzata del fronte ha raggiunto l'alto Lazio e l'Umbria orientale con rovesci anche di forte intensità. Piogge e temporali anche sulla Sardegna occidentale.

NEVE SULLE ALPI. La neve è caduta copiosa sul Cuneese, Astigiano, Monferrato Alessandrino e sul basso Torinese fino a quote di pianura mentre sulle Alpi, oltre 70/80cm dai 1500m sull'alto Piemonte e Valle d'Aosta, dove i fenomeni si sono ormai attenuati. Violenti temporali si sono scaricati in Liguria accompagnati da numerose fulminazioni, mentre la neve è caduta a bassa quota sull'entroterra savonese.Limite neve che si è alzato fino a 1400/1700m sulle Alpi centro-orientali a causa del forte Scirocco, ma a tratti fino a 800/1000m sui settori di confine, più riparati dal vento mite meridionale.

ACQUA ALTA A VENEZIA. Il forte Scirocco ha contribuito nuovamente ad un sensibile innalzamento della marea sulla Laguna Veneta con livello dell'acqua che ha raggiunto i 130cm ed è destinato a salire ulteriormente in giornata fino a toccare i 160cm in tarda mattinata. Sono state chiuse le scuole e sospesi i mezzi di trasporto pubblici, ad eccezione di quelli che garantiscono i collegamenti con le isole.

PROSSIME ORE. Forte maltempo su Triveneto ed Emilia orientale con piogge e temporali anche di forte intensità, specie su alte pianure e Prealpi venete, Friuli e Romagna con nevicate sulle Alpi in calo fino a 1000m entro sera, anche abbondanti ma con neve molto umida e pesante. Temporanea attenuazione dei fenomeni al Nordovest, in ripresa però entro sera con piogge sparse e neve sulle Alpi dai 700/1000m. Al Centro maltempo su Sardegna, Toscana, Lazio, Umbria con piogge e temporali in estensione a Marche e localmente all'Abruzzo entro sera. Neve sull'Appennino Tosco-Emiliano in calo fino a 1300/1400m. Tempo migliore al Sud con schiarite anche ampie e clima asciutto. Attenzione ai venti, previsti forti da sud-sudest intorno allo Stivale tendenti a provenire da nord sul Mar Ligure, con mari agitati. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la tendenza per il weekend clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui

Guarda le foto che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione RADAR.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati