25 marzo 2021
ore 23:47
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 45 secondi
 Per tutti
Meteo: prima parte della settimana santa con anticiclone africano sull'Italia
Meteo: prima parte della settimana santa con anticiclone africano sull'Italia

SETTIMANA SANTA, ANTICICLONE AFRICANO IN RINFORZO. Passato il piccolo intoppo del weekend, rappresentato dalla coda di un fronte atlantico che scalfirà giusto il bordo superiore dell'anticiclone, quest'ultimo riprenderà la sua fase di espansione e rinforzo sull'Europa centrale e meridionale, coinvolgendo anche l'Italia. Verrà supportato inoltre da correnti calde di estrazione nord africana che affluiranno al suo interno, scorrendo anche sul Mediterraneo centrale e l'Italia. Il tempo si mostrerà quindi stabile sulle nostre regioni sin dall'inizio della prossima settimana, in gran parte soleggiato e con temperature in aumento, salvo qualche residuo banco di nubi sparse o foschie tra Val Padana e tratti delle regioni centrali.

POSSIBILI PUNTE DI 24/25°C, ECCO DOVE E QUANDO. Le temperature risulteranno in aumento già lunedì rispetto alle 24 ore precedenti, ma nei giorni successivi il loro incremento sarà costante, grazie al continuo afflusso di aria calda dal Nord Africa, tanto che sul finire del mese si porteranno ben oltre le medie del periodo, con punte massime localmente tipiche del mese di maggio. Potrebbero raggiungersi picchi di 24/25°C sulla Pianura Padana, poco meno sulle zone interne tirreniche, della Sardegna e dell'alta Puglia. Lungo le coste invece il clima sarà più fresco, complici le brezze e il mare ancora freddo. Attenzione alle escursioni termiche, che saranno marcate sulle zone lontane dal mare, dove le minime notturne potranno ancora scendere sotto i 10°C.

QUANTO DURERA'? Se il mese di marzo si chiuderà all'insegna della stabilità e del clima primaverile, dai primi giorni di aprile potrebbero affacciarsi nuove insidie provenienti dal Nord Europa. Correnti fredde ed instabili sembrerebbero intenzionate a guadagnare terreno verso sud, puntando dapprima l'Europa centrale, poi anche più a sud. Non è ancora chiaro quali saranno i loro obiettivi una volta raggiunte le latitudini mediterranee, se il comparto franco-iberico o quello balcanico. Ma dalla loro traiettoria dipenderanno le conseguenze del tempo sull'Italia nei giorni che precederanno la Pasqua. Vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati