16 settembre 2022
ore 23:48
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 45 secondi
 Per tutti
Prima neve in arrivo in quota
Prima neve in arrivo in quota

ARIA FREDDA DALLA SCANDINAVIA. Il fronte carico di aria fredda che dalla Scandinavia sta percorrendo verso sud l'Europa centrale raggiungerà anche l'Italia già nel corso di venerdì a partire dalle Alpi orientali. Sarà causa di condizioni atmosferiche in deterioramento con temperature in diminuzione, anche brusca nel weekend. Il carico di aria scandinava provocherà un brusco abbassamento dello zero termico e con esso anche del limite delle nevicate. Arriveranno quindi i primi fiocchi di neve in montagna, a quote anche inferiori a 2000m non solo sulle Alpi, ma anche sull'Appennino settentrionale. Ecco nel dettaglio cosa accadrà:

NELLA NOTTE SU SABATO NEVE FINO A 2000M SU EST ALPI. Le precipitazioni già in corso sulle Alpi orientali sono accompagnate da temperature relativamente ancora elevate, ma entro sera l'afflusso di aria scandinava determinerà un deciso raffreddamento, tanto che nella notte su sabato il limite delle nevicate si abbasserà fin verso quota 2000/2200m sui rilievi veneti e friulani. Si tratterà comunque di fenomeni deboli che non permetteranno accumuli al suolo.

SABATO MATTINA, FIOCCHI FINO A 1700M AL NORDEST. Entro la mattina di sabato il continuo apporto freddo scandinavo determinerà un ulteriore calo delle temperature. Sulle Alpi orientali si attarderanno le ultime nevicate che risulteranno più intense sui rilievi friulani, fino a 1700m. Ma nel corso della giornata le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi lasciando spazio a graduali schiarite.

SABATO NEVE SULL'APPENNINO SETTENTRIONALE. La neve raggiungerà anche l'Appennino settentrionale sabato. In particolare al mattino e al primo pomeriggio, quando i fenomeni saranno più intensi, sulla dorsale emiliana centro-orientale il limite delle nevicate si abbasserà fino a 1500/1700m. Gli accumuli di neve fresca saranno probabilmente minimi sulle vette appenniniche, a causa delle temperature comunque superiori allo zero, ma i fenomeni saranno temporaneamente intensi, pur in attenuazione entro sera. Sull'Appennino marchigiano qualche fiocco potrà fare la sua comparsa sulla vetta del Monte Vettore sui Monti Sibillini, anche in questo caso con fenomeni in esaurimento in serata.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati