12 dicembre 2019
ore 0:10
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 10 secondi
 Per esperti

Il vortice polare stratosferico è in fase di raffreddamento e approfondimento tanto che le velocità zonali sono previste salire in maniera significativa, risultando sopra la media della climatologia. In pratica è una situazione diversa rispetto lo scorso anno quando il vortice polare, in questo periodo, andava incontro ad un forte riscaldamento con conseguente indebolimento dello stesso (stratwarming). Ma non ci troviamo neanche in quella situazione anomala dell'inizio primavera quando furono raggiunti i picchi maggiori di velocità. C'è anche da dire che questo, statisticamente, è il periodo in cui si riscontra un approfondimento del vortice polare.

Tuttavia il segnale stratosferico andrebbe ad incidere sulle vicende della circolazione del medio atlantico con una maggiore propensione dell'aria mite di raggiungere i settori centro meridionali europei. Questo vuol dire meno possibilità di irruzioni di aria fredda. C'è da dire che questa situazione potrebbe essere temporanea con alcuni disturbi troposferici in terza decade (come ipotizza il modello ECMWF) che minerebbero la compattezza del vortice polare, una condizione che in genere è 'nemica' per l'inverno. Seguiremo gli sviluppi

Consulta il tempo che sta facendo su una località di tuo interesse. Clicca qui

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati