15 febbraio 2020
ore 12:40
di Francesco Nucera
tempo di lettura
46 secondi
 Per esperti

Non conosce sosta il 'lavoro' del vortice polare che continua a correre come un forsennato in questo inverno. La trottola del vortice polare è forte a tutte le quote e questo determina una stagione scialba ed anonima.

Il vortice polare stratosferico durante il corso dell'inverno è stato caratterizzato da velocità zonali che hanno oscillato dalla normalità a picchi elevati. Nel corso dei prossimi giorni, dopo un calo di tensione, è previsto un nuovo aumento delle velocità zonali con il picco atteso attorno al 22 febbraio.

L'Indice NAM per quel periodo viene visto alla soglia di +4

Queste anomalie dovrebbero incidere ancora una volta sulla circolazione troposferica con un nuovo aumento delle correnti occidentali secondo un classico 'coupling' stratosfera-troposfera. Non si esclude dunque un nuovo picco positivo dell'indice AO dopo il record di +6.34 avvenuto nei giorni scorsi.

L'Europa si troverebbe ancora sotto un'anticiclone troppo invadente

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati