4 settembre 2021
ore 12:55
di Gaetano Genovese
tempo di lettura
2 minuti, 18 secondi
 Per tutti

MCS - MESOSCALE CONVECTIVE SYSTEM I fenomeni convettivi a carattere temporalesco, come quello che ha interessato le regioni tirreniche meridionali durante la serata di ieri, possono essere catalogati in due diverse tipologie: il temporale a singola cella, ovvero il temporale generato da un singolo cumulonembo, ed il temporale a multicella, ovvero un temporale generato da più cumulonembi uniti a formare una sistema convettivo a mesoscala.

DALLA CELLA SINGOLA ALLA MULTICELLA TEMPORALESCA -  Il ciclo di vita di un temporale a singola cella avviene in tre fasi: genesi e sviluppo, fase matura e dissipazione. La fase di genesi e sviluppo dura solitamente tra i 5 ed i 10 minuti, durante la quale prevale una singola corrente ascensionale ben distinta. Il diametro della cella è solitamente compreso tra i 2 e gli 8 km. Altra caratteristica importante, durante questa fase, è l'entrainment che avviene ai bordi della nube: ad una riduzione del vapore acqueo all'interno della nube, ne consegue l'evaporazione delle gocce d'acqua, che a sua volta provoca raffreddamento e quindi una conseguente riduzione dell'energia di galleggiamento. Nelle fasi successive, ulteriori apporti di umidità dai livelli inferiori della troposfera, fanno sviluppare ulteriormente la nube. Infine, durante questa fase, l'attività elettrica è molto accentua con numerose fulminazioni.

LA FASE MATURA E DISSIPAZIONE - dura tra i 25 ed i 30 minuti. In questa fase le correnti discendenti si sviluppano e vengono accelerate come conseguenza del raffreddamento dovuto all'evaporazione delle goccioline presente nella nube. Le grandine presente nel cumulonembo inizia a precipitare a causa della diminuzione dell'intensità delle correnti ascensionali. L'indebolimento delle correnti ascensionali avviene perché l'aria calda e umida presente sotto la cella viene sostituita da quella più fredda trascinata giù dai downburst. Pioggia e grandine sono più intense. Nella fase di dissipazione, il downburst soppianta l'updraft ed il cumulonembo si dissolve.

TEMPORALE A MULTICELLA - Un temporale a multicella, o Mesoscale Convective System, nasce da un temporale a singola cella. La genesi di un temporale a multicella avviene quando una singola cella temporalesca produce attorno ad essa un fronte di raffica che solleva l'aria circostante al livello di condensazione forzato (LFC), questa dinamica favorisce la genesi di nuove celle, dette "celle figlie". Solitamente le celle figlie nascono sul lato sottovento alla cella madre, esse hanno un diametro solitamente compreso tra i 3 ed i 5 km e la distanza dalla cella madre è compresa nei 30 km. La cella madre e le celle figlie formano un temporale a multicella. Col passare del tempo, il sistema produrrà nuove celle davanti a sé, mentre si assisterà ad una dissipazione delle celle più vecchie.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati