18 giugno 2020
ore 10:30
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 2 secondi
 Per esperti
giugno termicamente sotto media
giugno termicamente sotto media

La prima parte di giugno si presenta con un deciso sotto media delle temperature sull'Europa meridionale. L'assenza di anticicloni e una accentuata dinamicità nord atlantica determinano le fasi instabili che interessano le nostre regioni. L'ultimo riscaldamento della stratosfera polare, durante il mese di maggio, ha permesso agli anticicloni di portarsi a latitudini settentrionali.

Giugno non è nuovo a temperature poco estive. Ricordiamo gli anni: 2006, 1995, 1991, 1984, 1981, 1980 tanto per citarne alcuni. C'è da dire che nel corso degli anni 2000 il mese di giugno ha subito una tendenza al riscaldamento.

giugno si è scaldato durante gli anni 2000
giugno si è scaldato durante gli anni 2000

Cambio scenario in terza decade? Proprio in corrispondenza dell'avvio dell'estate astronomica è possibile una modifica circolatoria a scala emisferica. Sembrerebbero venir meno le forzanti che hanno deciso le sorti di buona parte di giugno mentre nel contempo prenderebbero posizione le anomalie termiche delle acque oceaniche che comporterebbero una maggiore zonalità atlantica

anomalie temperature atlantiche influiscono sul cambio scenario
anomalie temperature atlantiche influiscono sul cambio scenario

Lo stemperamento delle acque sul Golfo di Guinea dovrebbero favorire la risalita verso nord dell'ITCZ

si stempera il sopra media sul Golfo di Guinea
si stempera il sopra media sul Golfo di Guinea

Questo dovrebbe comportare una risalita della fascia anticiclonica sub tropicale verso il centro Europa fino ad interessare in parte anche la nostra Penisola; in tal frangente i temporali seppur presenti risulterebbero via via meno frequenti di ora. Ne riparleremo!

possibile un cambio di scenario in avvio d'estate
possibile un cambio di scenario in avvio d'estate

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati