22 gennaio 2020
ore 7:48
di Francesco Nucera
tempo di lettura
56 secondi
 Per tutti

N.B: Si tratta di scenari, previsioni sperimentali non utili per pianificare attività umane. Metodica ed uso

AGGIORNAMENTO INVERNO SECONDA PARTE - Pressioni più alte della media sono attese anche nella seconda parte dell'inverno sull'Europa centro meridionale mentre quelle più basse si prevedono su quella settentrionale.

Temperature sopra media continueranno ad aversi in Europa ma in particolare su quella centro settentrionale

Precipitazioni sopra media sono attese sul Nord Europa specie la Scandinavia, in parte il Mediterraneo occidentale. Sotto media invece altrove.

La precedente tendenza sulla seconda parte dell'inverno non è dunque confermata. Il forte vortice polare della prima parte di stagione continuerà ad esserlo anche nella seconda secondo un classico 'coupling' troposfera-stratosfera. Il segnale del forte vortice polare stratosferico che ha raggiunto il picco negli ultimi giorni tende a propagarsi verso le quote inferiori. Questo accoppiamento può dare origine ad un pattern persistente con un AO index mediamente positivo. Il vortice polare potrebbe rimanere forte fino al così detto Final Warming, il riscaldamento stratosferico finale che quest'anno potrebbe essere anticipato.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati