20 novembre 2018
ore 12:12
di Andrea Vuolo
 Per tutti


NUOVO IMPULSO FREDDO AD INIZIO SETTIMANA - Un robusto campo anticiclonico staziona sul comparto settentrionale del Vecchio Continente, raggiungendo valori barici sino a 1035-1040 hPa sul Mare del Nord (CALDO RECORD ISLANDA). Lungo il suo bordo meridionale un nuovo impulso freddo proveniente dall'Europa nordorientale si muove in moto retrogrado verso gli Stati centrali e l'Europa sudoccidentale, interessando anche le regioni centro-settentrionali dell'Italia. Nel suo moto scaverà un minimo depressionario in prossimità della Sardegna, responsabile di condizioni instabili su molte zone della Penisola. Il tutto sarà accompagnato da un deciso ulteriore calo termico al Nord e da un rialzo al Sud grazie all'attivazione di un flusso di venti meridionali in quota. Più nel dettaglio:

METEO MARTEDÌ - Instabile o perturbato su gran parte dell'Italia con piogge e qualche temporale, in particolare sulle regioni centrali tirreniche. NEVE oltre i 500/800m su Alpi e Prealpi, ma nella notte sin verso i 200/400m tra basso Piemonte, interne savonesi, Appennino emiliano-romagnolo, Trentino, alto Vicentino, Valbelluna e Carnia; possibili episodi di pioggia mista a neve o neve bagnata sino ai fondovalle o localmente fino a quote prossime alle pianure lungo la via Emilia, specie tra Reggiano, Modenese e Bolognese occidentale (QUI per i dettagli sulla possibile neve a quote molto basse in EMILIA ROMAGNA). Limite nevicate in rialzo, invece, al Centro-Sud. Migliora poi in serata al Nord e a seguire al Centro, con banchi di nebbia lungo il Po. Temperature in deciso rialzo al Sud con valori oltre i 20°C (QUI per i dettagli termici). Forti venti di Bora tra notte e mattino su Trieste, con raffiche fino a 100-120 km/h. 

Martedì inizialmente instabile ma migliora
Martedì inizialmente instabile ma migliora

METEO MERCOLEDÌ - Ancora piogge a carattere di rovescio su Sardegna occidentale, Liguria di Ponente, Cuneese e nella seconda parte del giorno anche sul medio-basso Tirreno e alta Toscana. Migliora al Nordest e sulle regioni adriatiche, con temperature piuttosto miti al Sud. Banchi di nebbia nelle ore più fredde del giorno sulle pianure del Nord, con nubi basse alternate a schiarite tra Piemonte orientale, bassa Lombardia ed Emilia centro-occidentale.

TENDENZA A SEGUIRE - L'aria fredda scaverà una circolazione depressionaria sull'Europa occidentale che attiverà così un flusso di correnti umide e relativamente miti dai quadranti sudoccidentali in direzione dell'Italia. Esso porterà un possibile nuovo peggioramento del tempo ad iniziare dal Nord tra venerdì e sabato, con estensione dei fenomeni nel weekend anche verso il Centro-Sud. Maltempo che sarà però accompagnato da un nuovo rialzo termico con neve sulle Alpi solo a quote medio-alte, grazie all'aria mite richiamata direttamente dall'entroterra africano.

Possibile nuovo peggioramento nel weekend
Possibile nuovo peggioramento nel weekend

QUI per i dettagli sulle PRECIPITAZIONI PREVISTE.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti