24 luglio 2020
ore 23:51
di Andrea Bonina
tempo di lettura
1 minuto, 51 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE - Dopo il transito di un fronte freddo di origine atlantica, foriero di nubifragi, temporali e grandinate al Nord e su parte del Centro nella giornata di venerdì e di residui rovesci nelle prime ore di sabato lungo il medio e basso versante adriatico, domenica l'alta pressione tornerà gradualmente a consolidarsi sull'Italia, ripristinando condizioni di generale stabilità atmosferica e un ampio e preminente soleggiamento, inframezzato solo da annuvolamenti cumuliformi e locali acquazzoni pomeridiani lungo l'arco alpino e nelle aree interne appenniniche, in un contesto termico senza particolari eccessi.

VERSO UN DECISO RINFORZO DELL'ANTICICLONE - Nei primi giorni della nuova settimana, una circolazione depressionaria in approfondimento tra le Isole britanniche, il Mare del Nord e la Scandinavia occidentale incentiverà un progressivo rinforzo del promontorio subtropicale di matrice nordafricana sull'Italia. La subsidenza impressa dall'aumento dei geopotenziali, unita al crescente afflusso di torride correnti di origine sahariana, determinerà condizioni di tempo stabile e ampiamente soleggiato su tutta la Penisola e un graduale rialzo delle temperature, che tra lunedì e martedì potranno attestarsi diffusamente tra i 33 e i 36°C in Pianura Padana (specie lungo il Po), nelle aree interne pianeggianti di Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Puglia e Calabria e nelle Isole maggiori. 

TENDENZA SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA: SOLLEONE AL CENTRO-SUD, CALDO MA PRIMI DISTURBI AL NORD - L'anticiclone subtropicale con ogni probabilità dominerà l'evoluzione meteorologica del Mediterraneo anche nella seconda parte della settimana, seppur con alcune eccezioni. Tra mercoledì e giovedì, in particolare, una blanda ondulazione atlantica sulla Mitteleuropa potrebbe innescare lo sviluppo di rovesci e locali temporali su Alpi e Prealpi, in possibile sconfinamento fin verso la Pianura Padana. Estate a pieno regime e ancora caldo intenso al Centro-Sud, con cieli sereni o poco nuvolosi, sparuti cumuli pomeridiani sull'Appennino e temperature in ulteriore aumento fino ai 37-40°C nelle aree di pianura non mitigate dalle brezze marine; afa a tratti accentuata lungo le coste. 

NOTA - In considerazione della rilevante distanza temporale, la tendenza potrebbe subire modifiche: vi consigliamo, dunque, di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati