22 settembre 2022
ore 23:53
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 26 secondi
 Per tutti

Il mese di settembre si chiuderà con una lunga fase di maltempo di stampo autunnale, questo il responso difficilmente controvertibile dei modelli matematici. Tutto avrà inizio nel weekend delle elezioni con una prima perturbazione che porterà temporali e nubifragi al Centro-Nord mentre il Sud sarà in brevissima attesa assaporando il ritorno di un pochino di tepore semi estivo dopo il freddo di questi ultimi giorni. Dalla seconda parte di domenica e soprattutto nei primi giorni della nuova settimana altri impulsi freddi settentrionali, direttamente dalla Groenlandia raggiungeranno il Mediterraneo con la complicità di un'alta pressione di blocco sul vicino Atlantico. Correnti che non potranno far altro che rinvigorire e mantenere in vita una circolazione di bassa pressione attorno al nostro Paese. Tale circolazione andrà avanti a oltranza superando anche la fine di settembre e inoltrandosi nell'inizio di Ottobre. 

Che cosa dovremo aspettarci? Dal punto di vista climatico dopo il leggero recupero del weekend le temperature scenderanno anche al Sud e tutta la Penisola entro metà settimana sarà sotto media climatica con massime più vicine alla fine del mese di Ottobre soprattutto al Nord e con minime anche da novembre inoltrato. Sotto il profilo più schiettamente meteorologico, molta pioggia sotto forma di rovesci e temporali che potranno risultare anche intensi e provocare delle criticità. Tornerà anche la neve sulle alpi fino a quote medie e probabilmente anche in Appennino seppur a quote elevate. A condire il tutto venti forti, a tratti persino burrascosi che soffieranno su tutto il Paese. Sarà un vero e proprio tonfo nell'autunno più avanzato. Seguiranno altri aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati