22 settembre 2022
ore 23:52
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 38 secondi
 Per tutti

MINIME COME A NOVEMBRE INOLTRATO - Le correnti che continuano ad affluire dal nord Europa hanno causato un drastico abbassamento delle temperature, soprattutto quelle minime che sono fino a 5-7°C sotto la media, complici anche le prime inversioni termiche delle pianure e delle valli. Valori scesi all'alba fino a +6/7°C in Emilia Romagna e fino a +4-/5°C sulle colline del Chianti in Toscana. Freddo atipico anche sulle colline tra Lazio e Abruzzo, sfiorati gli 0°C a L'Aquila. Minime sotto ai 10°C anche in Calabria nel Cosentino. Sono valori da prima decade di novembre. Nel corso delle prossime 24-48 ore cambierà poco, poi in vista c'è un cambiamento radicale del tempo che comporterà in una prima fase un aumento delle temperature al Sud e un nuovo calo al Nord. Ma giusto per non farci mancare nulla, nella nuova settimana aria artica dal Mare del Nord punterà il Mediterraneo e potrebbe portarci persino un precoce respiro invernale nei valori minimi. Ecco allora cosa ci dovremo aspettare

TEMPERATURE VENERDÌ: situazione poco variata, permangono temperature sotto media sull'Italia sia nei valori minimi che in quelli massimi con la sola eccezione della Sardegna che ritorna in media.

TEMPERATURE SABATO: timido riscaldamento sulle regioni meridionali e parte del Centro-Nord. Ulteriore calo invece al Nordovest che resta sotto media assieme a Toscana settentrionale e Sicilia.

TEMPERATURE DOMENICA: temperature massime in aumento al Sud e sulla Sardegna con massime anche sopra media sull'Isola e in Puglia. Possibili 30°C in Sardegna e non esclusi anche sulla Sicilia settentrionale. Massime sotto media invece al Nord e al Centro. Minime in rialzo ovunque.

TEMPERATURE STIMATE A META' SETTIMANA: il nuovo impulso di aria fredda atteso a inizio settimana comporterebbe un vistoso calo termico che entro mercoledì porterebbe i valori parecchio al di sotto delle medie.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati