22 febbraio 2019
ore 7:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 43 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. Condizioni climatiche primaverili si protrarranno fino a venerdì, anche se su alcune regioni saranno disturbate da nebbie o nubi basse che limiteranno il rialzo termico diurno. Il regime di alta pressione, tuttavia, muterà sensibilmente nel corso del weekend a causa di un flusso di correnti molto fredde provenienti dalla Russia che conquisterà l'Europa centro-orientale e anche buona parte dell'Italia. Si torna in inverno dunque, ma la diminuzione delle temperature sarà più sensibile sulle regioni meridionali e quelle del medio versante adriatico, dove si perderanno fino a 6/9°. Sensibile anche la diminuzione sull'Appennino, dove al momento si stanno manifestando le maggiori anomalie termiche. Ecco i dettagli per i prossimi giorni:

VENERDì: le temperature cominciano a scendere a partire dai settori orientali per l'arrivo dei primi refoli freddi balcanici, con zeri termici sulle Alpi orientali e l'Appennino in calo fino a 1600m per la sera, restano ancora molto alti sulle Alpi occidentali, fino a 2800-3000m. Le temperature non subiranno ancora apprezzabili scostamenti  rispetto ai giorni precedenti, anzi sono previsti degli ulteriori locali aumenti sulle regioni occidentali. Al Nord valori massimi tra 15 e 17°C al Nordovest, tra 12 e 15°C sul Nordest, al Centro tra 17 e 20°C sulle regioni tirreniche e la Sardegna, tra 11 e 13°C su quelle adriatiche. Al Sud tra 12 e 15°C.

SABATO: repentino calo delle temperature con zeri termici in caduta libera su Alpi orientali e Appennino, in calo fino a 400-800m, restano alti solo sulle Alpi occidentali con quote ancora superiori ai 3000m. Di conseguenza scendono di botto anche le temperature, in modo più sensibile sulle regioni del medio e basso versante adriatico, con neve a bassa quota. Al Nord valori massimi compresi tra 9 e 13°C al nordovest, tra 7 e 11°C sul Nordest, al Centro tra 10 e 12°C sulle regioni tirreniche, tra 3 e 6°C su Umbria ed adriatiche, fino a 15° in Sardegna. Al Sud tra 6 e 9°C.

DOMENICA: 

Aria fredda di matrice artico-continentale dalla Russia continua ad affluire sull'Italia meridionale coinvolgendo anche le regioni del medio adriatico. 

Temperature basse sull'Italia soprattutto al Sud con massime quasi ovunque ad una cifra.

Faranno eccezione Calabria ionica, Sicilia, Sardegna e le centrali tirreniche con valori ancora fino a 10/12°.



TENDENZA SUCCESSIVA:

Per l'inizio della nuova settimana si prevedere una

graduale attenuazione delle correnti fredde 

con un progressivo rialzo termico su tutta Italia, anche se al Sud i valori resteranno inizialmente ancora sotto le medie del periodo.


Segui l'evoluzione in diretta attraverso la nostra sezione satelliti

Precipitazioni in corso. Per i dettagli entra nella nostra sezione radar

Segui il tempo in atto in Italia attraverso la nostra sezione webcam

Non farti sorprendere dalle condizioni meteo-marine: consulta la nostra sezione MARI e VENTI

Entra nella nostra fotogallery e consulta le ultime immagini disponibili

Entra nella nostra videogallery e consulta le ultime immagini disponibili

Appassionato di sci? Consulta il bollettino neve per le varie località sciistiche

Previsioni fino a 15 giorni. Clicca qui

Consulta il FOCUS NEVE tra sabato e domenica al Sud

Consulta la tendenza meteo per l'avvio di Marzo

Cos'è il Buran? Da dove arriva?

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati