Siamo Meteo ufficiale del giro d'Italia
SCOPRI IL GIRO
15 maggio 2024
ore 23:43
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 41 secondi
 Per tutti

La circolazione di bassa pressione responsabile delle attuali e anche delle future condizioni di maltempo sull'Italia, tenderà nell'arco del weekend a colmarsi leggermente e a inclinarsi verso il comparto iberico. Questo significa che l'instabilità potrà ancora a tratti interessare le regioni settentrionali, soprattutto nelle ore centrali della giornata ma non solo. L'arrivo delle correnti atlantiche sull'Africa nord occidentale stimolerà la formazione di un minimo di bassa pressione che si muoverà dall'Algeria alla Tunisia. Associati al minimo due fronti raggiungeranno l'Italia centro meridionale, uno nella giornata di sabato e uno nella giornata di domenica. Dunque il tempo per il weekend si preannuncia nel seguente modo:

Nella giornata di sabato iniziali condizioni di variabilità al Nord con ampi spazi soleggiati seguiti nel pomeriggio da un aumento dell'instabilità sui settori alpini/prealpini e pedemontani con temporali anche abbastanza diffusi, più occasionali ma non esclusi anche sui settori di pianura. Un miglioramento generale è previsto in serata. Al centro e al Sud atteso un aumento della nuvolosità con il transito di qualche piovasco o temporale, specie tra Sicilia, Calabria, Campania e Puglia in attenuazione serale. Le temperature sono previste in lieve aumento al Nord, stazionarie al Centro e al Sud con valori estivi.

Nella giornata di domenica le regioni settentrionali saranno interessate da condizioni ampiamente soleggiate con qualche isolato episodio di instabilità pomeridiana strettamente in prossimità dei rilievi alpini e non a carattere intenso. Viceversa al Centro e al Sud è atteso un secondo transito di piovaschi e di locali temporali più attivo tra basso Lazio, Abruzzo, Campania, Calabria, Sicilia e Puglia. Un miglioramento generale è atteso entro sera. Le temperature subiranno una lieve diminuzione al Sud.

Restate aggiornati perchè la situazione sarà suscettibile ancora di qualche variazione in quanto la risalita dei fronti dal nord Africa, a causa della maggiore scarsità di dati da quelle zone, può riservare sempre qualche sorpresa.


Seguici su Google News


Articoli correlati