Glossario


Temperatura: proprietà fisica che regola il trasferimento di calore da un sistema all’altro. Lo scambio di calore avviene solo se tra i due corpi esiste un gradiente termico, se essi hanno medesima temperatura si dicono in equilibrio termico. In meteorologia e nella vita di tutti i giorni la temperatura è quella proprietà fisica che corrisponde alle note nozioni di caldo e freddo, rendendole misurabili.

Temperatura media: in climatologia è la media delle temperature osservate in un certo lasso di tempo e in un certo luogo.

Temperatura percepita: temperatura percepita dal corpo umano in relazione alle condizioni di umidità relativa e vento. La percezione termica da parte di un essere umano può discostarsi anche di molto da quella effettiva.

Tempesta tropicale: figura vorticosa che precede/segue la formazione/declassamento di un uragano di prima categoria. La si individua attraverso l’intensità dei venti che provoca, normalmente essi sono compresi tra i 31 e i 63 nodi (62-126 km/h circa).

Temporale: fenomeno meteorologico caratterizzato da forti precipitazioni e scariche elettriche. I temporali si sviluppano a seguito di intensi moti ascendenti che causano la genesi di cumuli a sviluppo verticale che rispettano la sequenza cumulo, cumulo congesto, cumulonembo. I temporali si dividono in frontali, convettivi e orografici. I primi sono legati al sollevamento dell’aria calda preesistente da parte di un fronte freddo, nel secondo tipo rientrano quelli che si formano a seguito del sollevamento dell’aria calda al di sopra di suoli riscaldati, della terza categoria fanno parte i temporali che si formano in prossimità dei versanti sopravento dei rilievi.

Tendenza barometrica: variazione della pressione in un determinato lasso di tempo.

Tornado: colonne d’aria caratterizzate da forti moti vorticosi che nascono generalmente nell’estremità inferiore di un mesociclone. La loro genesi è legata al risucchio da parte del moto antiorario (o orario nell’emisfero sud) del mesociclone delle correnti fredde discendenti che andandosi a sovrapporre a quelle calde ascendenti generano forte vorticità locale. I tornado possono raggiungere i 500 km/h radendo al suolo tutto ciò che incontrano sul loro cammino, hanno un diametro generalmente inferiore ai 100 metri e si misurano secondo la scala Fujita in F0/F1/F2/F3/F4/F5.

Tramontana: vento freddo proveniente da Nord particolarmente frequente durante la stagione invernale. La tramontana è generalmente secca e portatrice di bel tempo, tuttavia quando è legata ad una ciclogenesi può essere foriera di precipitazioni al sud e sul medio basso Adriatico.

Tromba d’aria: vortice d’aria di forma conoide che genera venti fino a 150-200 km/h. Si forma a seguito di forti gradienti termici tra suolo e libera atmosfera. Le trombe d’aria possono presentarsi nella parte anteriore o posteriore di un sistema temporalesco oppure manifestarsi con cieli sereni nelle grandi aree pianeggianti desertiche (dust devil).

Tromba marina: vortice d’aria di forma conoide che genera venti fino a 150 km/h. La genesi è la stessa della tromba d’aria ma non può generare a cielo sereno.

Troposfera: strato di atmosfera spesso circa 11000-12000 metri che confina in basso col suolo terrestre ed in alto con la tropopausa. Nella troposfera avvengono tutti i fenomeni meteorologici che costituiscono il tempo atmosferico.